FANDOM


Shuu Tsukiyama

Tsukiyama re vol4.png

Tgre shuu.png

Shuu manga.png

Tsukiyama anime.png

Dati biografici
Nome Shuu Tsukiyama
Nome Giapponese 月山 習 (つきやま しゅう)
Romaji Tsukiyama Shū
Alias Gourmet
MM
Specie Ghoul
Stato Vivo
Età 21 - 22 (Tokyo Ghoul)

24 (:re)
25 (dopo il cap. 32 di :re)

Genere Maschio
Data di nascita 3 Marzo[1]
Altezza 180 cm[1]
Peso 71 kg[1] (Tokyo Ghoul)
Misura del piede 27,5 cm[1]
Gruppo sanguigno A[1]
Affiliazioni Famiglia Tsukiyama
Gruppo di Kaneki (in passato)
Ristorante dei Ghoul (disertato)
Capra Nera
Parenti Mirumo Tsukiyama (padre)
Madre di Shuu Tsukiyama
Karren von Rosewald (cugina)
Nathanael von Rosewald (cugino)
Arunolt von Rosewald (cugino)
Emma von Rosewald (zia)
Padre di Karren von Rosewald (zio)
Tsukuru Tsukiyama (nonno)
Famiglia Rosewald (lontani parenti, eliminati)
Circoscrizione Circoscrizione 21 (precedentemente

Circoscrizione 20 (precedentemente)

Tipo Rc Koukaku
Rating S
Debutto manga Capitolo 32
Debutto anime Episodio 3
Debutto novel Days: Capitolo 3
Debutto videogioco Tokyo Ghoul: Jail
Seiyuu Mamoru Miyano
Voce Italiana Federico Di Pofi
Spettacolo Teatrale Yoshihide Sasaki
Galleria Immagini

"Mio padre... e gli altri servitori... hanno tutti rischiato le loro vite per essere sicuri di salvarmi. Questo corpo non mi appartiene più. Hai detto che dovrei arrendermi, e dovrei starmene tranquillamente dietro le sbarre della Cochlea fino a che non mi ucciderete? Io combatterò per poter sopravvivere."

— Shuu Tsukiyama, Tokyo Ghoul:re Capitolo 48


Shuu Tsukiyama (月山 習, Tsukiyama Shū) è un ghoul ed era uno studente del quarto anno di Facoltà di Scienze Umanistiche, dipartimento servizi sociali, dell'Università Seinan Gakuin.[1] Era noto alla CCG e nel mondo dei ghoul come il Gourmet (美食家). Viene da una famiglia prestigiosa, con a capo suo padre, Mirumo Tsukiyama.

Era un membro dei Ristorante dei Ghoul, conosciuto Monsieur MM, fino a quando non li ha traditi.

Conosceva Rize Kamishiro.

Dopo l'arco di Aogiri, si unisce al Gruppo di Kaneki con l'intenzione di mangiarlo, essendo ossessionato ancora di più da Kaneki dopo gli avvenimenti che l'hanno portato ad accettare il suo lato ghoul. Tuttavia, il suo piano gli si ritorce contro e finisce per affezionarsi sul serio a Kaneki, tanto che, dopo la sua presunta morte, cade in uno stato di profonda depressione.

Dopo due anni, è consumato dalla malattia e costretto a letto, sotto le cure dei servi della sua famiglia. Chie Hori, sua amica di lunga data, ha iniziato ad agire per cercare di farlo guarire.

Dopo aver scoperto che Kaneki è vivo e averlo rincontrato, inizia a riprendersi e vorrebbe aiutare Kaneki a recuperare i ricordi.

Dopo l'operazione di Sterminio della Famiglia Tsukiyama e dei suoi collaboratori, è uno dei pochi superstiti insieme a suo padre e a Hori.

Aspetto fisico Modifica

Tsukiyama è un giovane uomo alto e attraente. In Tokyo Ghoul, il suo stile e modo di fare è generalmente teatrale, appariscente ed eccentrico. Solitamente indossa dei completi anche se spesso, specialmente nell'anime, i suoi gusti sono discutibili. Quando lo vede per la prima volta, Kaneki pensa tra sé e sé che Tsukiyama sembra un modello. Gli altri personaggi che già lo conoscono, sembrano pensare che sia appariscente e pomposo. La sua maschera a forma di luna crescente è un richiamo al suo cognome (月 tsuki, significa appunto luna).

Due anni dopo, la depressione lo ha cambiato notevolmente. Non mangia in maniera adeguata e come risultato ha perso molto peso, al punto che si vedono le ossa dello sterno, e il viso è emaciato. Quando inizia a cannibalizzare, inizia a perdere il controllo del suo kagune che talvolta lo avvolge conferendogli un aspetto mostruoso. A causa delle sue malattie, è costretto a letto, non si cura più del suo aspetto e indossa una semplice vestaglia da camera.

Dopo aver scoperto che Kaneki è ancora vivo, anche se senza ricordi, si rimette in sesto, ritornando ad essere vitale come un tempo, anche se molto più umile e gentile.

I soci della famiglia dicono che il suo modo di fare ricorda molto quello di suo padre quando era giovane. Ha ereditato gli occhi e i lineamenti delicati dalla madre

Aspetto nel MangaModifica

Aspetto nell'AnimeModifica

Personalità Modifica

All'inizio di Tokyo Ghoul, Tsukiyama è un giovane ghoul, sicuro di sé, bello, amichevole e intelligente. Tuttavia usa queste qualità per ingannare le sue "prede", che talvolta porta al Ristorante dei Ghoul. Cela infatti altri lati della sua personalità, molto più eccentrici, crudeli ed egoisti. Si considera un predatore e, in quanto "Gourmet", vuole assaporare cibi deliziosi e non esita a usare mezzi spietati per ottenere ciò che vuole. Di conseguenza, la CCG lo considera un ghoul pericoloso, ma anche gli altri ghoul, specialmente della 20a Circoscrizione, non lo tengono molto in simpatia. È interessato alla letteratura Europea e al suo stile di vita in generale, ed è un appassionato di lingue, tanto che ogni tanto usa parole o frasi in Inglese, Francese o Italiano. È un uomo piuttosto eccentrico e teatrale.

È molto offeso quando Rize (prima degli eventi di Tokyo Ghoul, i due erano conoscenti e discutevano soprattutto di libri) rifiuta il suo invito a cenare al Ristorante dei Ghoul e si prende gioco delle abitudini così "raffinate" e ridicole del ristorante, che sembra voler somigliare a un'istituzione umana. Da quel momento, Tsukiyama è in collera con Rize, la definisce una "scrofa" che non riconosce il valore del buon cibo e mangia di tutto pur di rimpinzarsi. Non accetta facilmente una sconfitta, specialmente se si tratta di una preda a cui tiene particolarmente e in queste occasioni tende a perdere il suo usuale autocontrollo. Quando è calmo tuttavia è una persona molto intelligente, in grado di utilizzare strategie vincenti per aiutare i suoi compagni. Si considera come un "cavaliere", specialmente dopo che si unisce al Gruppo di Kaneki e si mette sostanzialmente al servizio di Kaneki. Cibo a parte, è un ottimo atleta, gli piace leggere, la moda e suonare il pianoforte.

Durante la prima serie, sembra che Tsukiyama faccia fatica a capire i sentimenti degli altri e come funzionino le relazioni interpersonali. Considera Chie Hori, la sua unica vera amica, un "animaletto da compagnia", dato che è umana, ma non ha alcun interesse a mangiarla. Non capisce i sentimenti di Nishiki per Kimi, pensando che lei sia solo un altro pasto per il ghoul e non la ragazza che ama. Anche se a scuola era molto ammirato per la sua intelligenza e bellezza, non ha molto amici e gli altri ghoul tendono a stare alla larga da lui. Tuttavia ammette che gli piacerebbe avere qualcuno con cui poter parlare dei suoi interessi. Anche se poche capacità relazionali, man mano che la storia prosegue, dimostra di saper tenere davvero alle persone, per esempio, a modo suo, cerca di consolare Kaneki dopo che ha attaccato Banjou quando aveva perso il controllo, porta dei fiori per far piacere a Hinami e, anche se all'inizio lui stesso non lo realizza, non considera più Kaneki come del cibo, ma gli piace davvero passare il tempo con lui e i membri del Gruppo di Kaneki.[2] Tiene davvero molto alla sua famiglia, servitù inclusa, e rincuora Kanae quando si unisce alla Famiglia Tsukiyama dopo il massacro della Famiglia Rosewald.

Come già accennato, man mano che la storia prosegue, si scoprono altri lati della personalità di Tsukiyama, specialmente in seguito all'incontro con Kaneki. La "morte" di quest'ultimo lo fa cadere in una profonda depressione, che lo costringe a letto. Perde l'appetito, la sua salute fisica peggiora e di conseguenza anche quella mentale. Il suo olfatto non funziona bene come un tempo, non riesce più a controllare bene il kagune e nei momenti peggiori diventa molto violento. Per questo la servitù è costretta a sedarlo. Una volta calmato sembra non ricordarsi degli attacchi, ed è dispiaciuto che tutti debbano prendersi cura di lui e si scusa. Il suo tono è distante, triste e vuoto. La servitù gli è molto affezionata, specialmente Kanae e Matsumae, che si occupa di lui sin da quando era piccolo.

Dopo aver scoperto che Kaneki è ancora vivo, ma ha perso la memoria e vive come Haise Sasaki, si riprende, è molto più umile e riconosce l'importanza della famiglia e degli amici. È veramente rattristato quando scopre che Yuuma è stato catturato durante una battuta di caccia che serviva per sfamarlo, e si sente responsabile perché se non fosse stato per lui, non sarebbe stato preso. Si scusa con la servitù per i problemi che gli ha causato e gli è molto riconoscente. È determinato a salvarlo e a proteggere la sua famiglia da ulteriori pericoli. Vuole far ricordare tutto a Sasaki, che non considera più cibo, tiene davvero a Chie, che ora considera la sua "piccola amica", e al Gruppo di Kaneki. Quando parla con Touka e Nishiki al :re, ammette anche di essere egocentrico, dato che vuole che Kaneki recuperi la memoria. Tuttavia, nel momento in cui ha davvero l'opportunità di parlare con Sasaki, capisce che si è rifatto una vita, che tiene davvero alla sua nuova famiglia e, tra le lacrime, ammette di avere paura di ricordare il passato. A quel punto Tsukiyama decide di fare ciò che è meglio per Sasaki, e, per evitare di sconvolgerlo ancora di più, rinuncia a parlargli del suo passato.

Dopo l'attacco della CCG alla sua famiglia, quando si vede costretto a scegliere tra Sasaki e la sua famiglia, pur essendo triste per il fatto che, anche se ci tiene a Kaneki, ormai sono degli estranei, Tsukiyama decide di combattere per la sua famiglia.

Storia Modifica

Emergenza delle Colombe Modifica

È menzionato più volte dai membri del CCG come una delle principali preoccupazioni per le Colombe della Circoscrizione 20, tanto che un manifesto con il suo profilo e i suoi attacchi è appeso sulla bacheca fuori dalla Filiale della Ventesima Circoscrizione, con la richiesta di fornire informazioni. È anche accusato di aver ucciso un investigatore.[3]

Arco del Gourmet Modifica

Dopo aver notato la "bella gradazione" negli occhi di Misono Karube, Tsukiyama la segue fino a casa sua per poi staccarglieli, cucinandoli poi al Ristorante dei Ghoul.

Tsukiyama fa la sua apparizione all'Anteiku, dove incontra Ken Kaneki per la prima volta. Dopo aver sentito come Kaneki si era confrontato con le Colombe e, dopo aver notato il suo seducente "profumo unico", Tsukiyama si interessa a lui. Consapevole della sua cattiva reputazione, Touka gli chiede di lasciare l'Anteiku. Anche se Tsukiyama acconsente ad andarsene, promette a Kaneki che si sarebbero incontrati nuovamente.

Tsukiyama si reca alla Università Kamii per incontrare Kaneki e discutere un po' di libri, parlando anche di se stesso, con l'intento apparente di fare amicizia.[4] Alla fine, Tsukiyama chiede a Kaneki di accompagnarlo in un café, che pare essere frequentata anche da una scrittrice che entrambi apprezzano, Sen Takatsuki. Il ragazzo accetta in modo titubante la sua offerta e si accordano per incontrarsi tre giorni dopo. Il giorno prefissato, prima di passare al café, fanno una partita a Squash, dove Tsukiyama si accorge che Kaneki non è molto atletico. Lo rassicura dicendogli che il caffè avrà un gusto migliore se si aveva sudato prima. Alla caffetteria, Tsukiyama gli racconta i suoi ideali come buon gustaio. Mentre l'argomento cambia, Shuu porge un libro di un Gourmet francese a Kaneki, come una sua raccomandazione. Nel passargli il libro, Tsukiyama graffia il dito di Kaneki con l'unghia, in modo che sembri accidentale. Tsukiyama si scusa e interviene porgendogli un fazzoletto che assorbe il sangue fuoriuscito.[5] (Nell'episodio 4 dell'anime, il libro viene sostituito con una tazza piena di caffè, che Tsukiyama frantuma in un impeto di furore mentre parla di Rize. Tentando di aiutarlo, Kaneki si taglia con un coccio). Nel manga, dopo il piccolo incidente, Kaneki chiede a Tsukiyama di che cosa discutesse con Rize. È a questo punto che Tsukiyama si innervosisce e frantuma la tazza, ripensando alla ragazza e a come abbia snobbato il suo invito al Ristorante dei Ghoul.

Ossessionato.png

Shuu diventa ossessionato dall'odore di Ken Kaneki

Avendo notato che il flusso di sangue si è fermato, dopo aver ripreso il fazzoletto insanguinato, con la scusa di sciacquarlo, Tsukiyama si reca al bagno dove si abbandona al profumo del sangue di Kaneki. Quando escono dalla caffetteria, Kaneki (il cui scopo ultimo è trovare informazioni sul Ristorante dei Ghoul da poter scambiare con Itori) domanda a Tsukiyama dove mangia di solito. Vedendo la possibilità di invitarlo al Ristorante dei Ghoul, Tsukiyama ne approfitta.

Nel Ristorante, Kaneki, ignaro delle vere intenzioni di Shuu, viene diviso da Tsukiyama in modo che lo staff lo possa "preparare".[6] Infatti, a Kaneki viene detto di fare una doccia, di vestire in smoking e di rimanere nella sala d'attesa, dove incontra altri "ospiti": Kobachi, redattore della rivista culinaria Tokyo Gourmet e una giovane donna, Ami. Agli ospiti viene offerto del caffè e vengono poi condotti in una stanza, che si rivela essere un'arena. I tre infatti, saranno la cena di quella sera, mentre i ghoul del ristorante si godono lo spettacolo. Kobachi è stato portato da Monsieur TR e Ami è stata invitata da Souta, il cui pseudonimo al ristorante è Monsieur PG. Durante l'introduzione delle portate, Tsukiyama presenta Kaneki, un ghoul, come piatto principale, spiegando gli sforzi che aveva dovuto fare per farlo assaggiare a tutti. Alcuni ghoul non sono molto inclini al cannibalismo, ma basta sentire il profumo di Kaneki sul fazzoletto impregnato di sangue, usato al café quando si era tagliato il dito, per convincerli della bontà della "portata".

Shuu uccide Taro.jpg

Shuu uccide Taro.

Kobachi viene ucciso subito da Taro-chan, lo Scrapper di Madam A. Ami riesce a sfuggirgli per un po', ma il caffè avvelenato che avevano bevuto in precedenza ha effetto, viene quindi catturata e uccisa. Kaneki rimane solo a combattere contro Taro. Essendo un ghoul, le armi comuni non hanno effetto su di lui e quindi Tsukiyama ordina di consegnare un quinque a Taro.

Souta parla con Tsukiyama, dicendogli che, come gli altri ghoul, è sorpreso che Tsukiyama abbia una tale arma. Comunque Kaneki, grazie a ciò che ha letto e assimilato, riesce a tener testa allo Scrapper. Ma Tsukiyama ha pensato a tutto, avendo ordinato in precedenza di usare del gas per rallentare i movimenti di Kaneki. Il gas inizia a fare effetto, Kaneki viene ferito e attiva il sekigan, sorprendendo tutti i presenti. Dopo che Kaneki si rivela essere un Ghoul da un solo occhio, Tsukiyama ferma lo spettacolo, uccidendo lo Scrapper lui stesso. Offre Taro come pasto, e promette a Madam A un sostituto al posto di Taro. Avendo capito che Kaneki è una preda più speciale di quanto pensasse, Tsukiyama è determinato ad avere Kaneki per se stesso e chiede al ragazzo di dimenticare l'esperienza.

Più tardi, Tsukiyama rapisce Kimi Nishino, la fidanzata di Nishiki Nishio, usandola come asso nella manica per arrivare a Kaneki.[7] Nishiki, avendo intuito che Kimi fosse andata all'Anteiku per chiedere aiuto, incrocia Kaneki al locale e insieme si recano nel luogo indicato da Tsukiyama nella lettera lasciata a Kaneki. Quando Kaneki e Nishiki arrivano alla chiesa scelta da Tsukiyama, trovano Kimi legata e bendata sull'altare. Tsukiyama rivela che Kimi è sarà la "spezia" per la sua cena, infatti ha intenzione di mangiare Kaneki, mentre Kaneki mangia Kimi. Quando Nishiki cerca di attaccarlo, Tsukiyama lo batte senza sforzo. Kaneki prova a combattere da solo ma senza alcun risultato. A quel punto, Touka interviene inaspettatamente, squarciando con un colpo gli occhi di Tsukiyama, che però si rigenerano subito.[8] Tsukiyama e Touka iniziano a combattere, mentre Shuu si ricorda degli scontri avvenuto quando Touka aveva 14 anni e lui 18. Tsukiyama ricorda lo sguardo freddo di Touka, che lo aveva sempre affascinato, ma che ora sembra abbia perso.

Scontro tra touka e shu.png

Tsukiyama vs Touka

Kaneki aiuta Nishiki e poi aiuta Touka nello scontro, senza molto successo. Lo scontro tra Tsukiyama e Touka è a sfavore di quest'ultima, e Tsukiyama riesce a a colpire Kaneki e assaggiarne il sangue. Esaltato dal buonissimo sapore, Tsukiyama si avvicina a Kimi, in modo da gustarsi Kaneki al meglio, mangiandolo mentre lui mangia la ragazza. Non è contento di vedere che Kimi ha una cicatrice su una spalla. Viene fermato da Nishiki che, nonostante sia allo stremo delle forze, fa tutto il possibile per salvare la ragazza che ama. Tsukiyama, infastidito, inizia a colpirlo ripetutamente.

Touka è indebolita per aver mangiato il cibo preparato da Yoriko. Kaneki quindi propone a Touka di prendersi un morso di Kaneki stesso per "ricaricarsi". Shuu, vedendo il morso di Touka, si infuria. Touka, riprese le forze, attiva il kagune e lo scontro continua, questa volta a favore della ragazza. Vedendosi in difficoltà, Tsukiyama decide di mangiare Kimi per ricaricarsi, ma viene fermato ancora una volta da Nishiki, che lo afferra per la cravatta. Lo scontro si conclude quando Touka attacca Tsukiyama tagliandogli un braccio, sfregiandogli parte del volto e lasciandolo sconfitto a terra.[9]

Arco di Aogiri Modifica

In questo arco si scopre che Tsukiyama è sopravvissuto alla morte poiché ha praticato il cannibalismo su se stesso al fine di guarire dalle ferite subite durante lo scontro con Touka, aggiungendo allegramente di avere un un sapore delizioso. Yoshimura lo ha invitato a unirsi all'Anteiku per salvare Kaneki, in quanto col suo aiuto aumentano le possibilità di salvare Kaneki. Touka e Nishiki sono sorpresi che sia ancora vivo e non vogliono che combatta con loro. Yoshimura tuttavia dice che sarà un utile alleato e Yomo li rassicura che baderà lui a Tsukiyama. Poco dopo Uta e Itori li raggiungono. Anche Uta si unirà alla missione di salvataggio. Alla fine, tutti i membri dell'Anteiku, tranne Enji Koma, che rimane a fare la guardia al locale, si recano nella Circoscrizione 11, dove si trova il covo di Aogiri.[10]

Touka, Nishio, Yomo, Uta e Tsukiyama, si infiltrano tra i ghoul di Aogiri e iniziano ad uccidere i nemici.[11] Il gruppo poi si divide, Touka e Nishiki da una parte mentre gli altri tre da un'altra.

Tsukiyama chiede a Uta perché non sta usando il kagune per combattere. Uta risponde che per ora non ce n'è bisogno e Tsukiyama aggiunge che avrebbe voluto vedere il kagune di un artista tanto forte come lui.[12]

Shuu vs Noro.png

Tsukiyama vs Noro

Dopo aver ritrovato Kaneki, che ha appena sconfitto Ayato, compaiono Tsukiyama, Yomo e Uta. Yomo e Uta cercano di tranquillizzare Kaneki e gli dicono che può riposare, mentre Tsukiyama ha un'aria compiaciuta. I tre ghoul iniziano a combattere contro Noro e sono sorpresi dalle sue incredibili capacità rigenerative. Quando la sveglia di Noro suona alle 2 di notte del 20 dicembre, il ghoul recupera Ayato e se ne va come nulla fosse. Tsukiyama si chiede allegramente se non abbia il coprifuoco.[13]

Quando Kaneki, l'Anteiku e il gruppo di Banjou si riuniscono, Kaneki dice che non tornerà all'Anteiku. Banjou si offre di aiutarlo e anche Tsukiyama gli offre i suoi servigi, proponendogli di diventare la sua "spada". Kaneki accetta, ma gli sussurra che non esiterà ad ucciderlo se si dimostra sleale o pericoloso. Tsukiyama pensa tra sé e sé che è felice di non aver mangiato Kaneki in passato perché questo nuovo Kaneki stuzzica ancora di più il suo appetito. Giura fedeltà a Kaneki.[14]

Assalto al Laboratorio del Dr. Kanou Modifica

Sono passati circa sei mesi da quando Kaneki ha lasciato l’Anteiku. Gira voce che Kaneki abbia distrutto il Ristorante dei Ghoul, uccidendo 50-60 membri.

Il raid è stato organizzato per cercare di catturare Madam A, una collaboratrice di Kanou per ottenere informazioni sui suoi esperimenti. La posizione di Tsukiyama all’interno del Ristorante permette a Kaneki di camuffarsi da una delle “portate” di quella sera. Kaneki chiede a Tsukiyama se gli stia bene sacrificare i conoscenti del ristorante e Shuu risponde che se non fa qualche sacrificio, Kaneki non si fiderà mai di lui. L’attacco ha inizio quando Tsukiyama presenta la portata di quella sera: tutti i presenti. Tuttavia non riescono a catturare Madam A per via dell'intervento dalle gemelle Kuro e Shiro, due ghoul con il sekigan artificiali con lo stesso Kagune di Rize.[15]

Kaneki Banjou Shuu.png

Kaneki, Banjou e Shuu dopo l'incontro con i Ghoul di Shachi.

Il Gruppo di Kaneki è alla ricerca anche di informazioni su Rize e scoprono che esiste un ghoul con il suo stesso cognome, Matasaka Kamishiro, detto Shachi (lett. “Orca”) che era il leader della Circoscrizione 6 prima di essere catturato dalla CCG. Nella speranza di trovare informazioni su Rize attraverso Matasaka, Kaneki visita più volte i subordinati di Shachi. Durante un incontro, Kaneki, Banjou e Tsukiyama spiegano che, tramite un informatore di Shuu, hanno scoperto che dopo l’attacco di Aogiri a Cochlea sono stati liberati diversi ghoul, tra cui tre di livello SS, uno dei quali potrebbe essere Shachi, che potrebbe essersi unito ad Aogiri. Shuu promette che hanno tutti gli stessi interessi e non c'è bisogno di scaldarsi. I subordinati di Shachi sono increduli perché il loro capo non uccide per niente e non è un attaccabrighe come quelli di Aogiri. Kaneki pensa che se riuscisse a trovare Shachi, potrebbe trovare informazioni su Rize.

Terminato l'incontro, mentre Kaneki, Tsukiyama e Banjou stanno tornando a casa, Gill, un altro subordinato di Shachi, non si fida di Kaneki e i suoi, perciò attacca il ragazzo, ma Kaneki lo mette al tappeto facilmente. Mentre Banjou inizialmente si agita, Tsukiyama ammira la forza di Kaneki.

A distanza di qualche giorno, dopo un breve siparietto comico con Banjou e aver salutato Hinami, Tsukiyama suggerisce di indagare nella Circoscrizione 20, dove si trova anche il Policlinico Kanou, così da poter trovare qualche informazione in più. Kaneki concorda, lui stesso stava già pensando di tornare nella Circoscrizione 20.[16]

Shuu e Kaneki fermano Naki.png

Tsukiyama e Kaneki fermano Nakii.

Il gruppo successivamente visita il Policlinico Kanou e Tsukiyama finge di avere un fortissimo mal di pancia mentre il resto del gruppo ne approfitta per scoprire indizi da Taguchi, l'infermiera che in passato si prese cura di Kaneki dopo il suo trapianto.

Una notte, il Gruppo di Kaneki (a eccezione di Hinami) ha intenzione di catturare Taguchi per gli interrogarla, ma i loro piani sono sventati dall'arrivo di Naki e i suoi sottoposti Gagi e Guge, i quali hanno l'ordine di catturare la donna. Kaneki e Tsukiyama intimano a Naki di andarsene e mentre Naki inizia a piangere perché ha capito che è stato Kaneki a causare la morte Yamori, interviene anche Shachi. Tsukiyama combatte contro Naki, Banjou e i suoi contro Gagi e Guge, mentre Kaneki combatte contro Shachi. Shachi ha facilmente la meglio e porta via Taguchi.[17]

Kaneki e i suoi aspettano il momento buono per catturare Madam A. Quando rimane sola con Kuro, le tendono un imboscata. Tsukiyama si occupa dei “bambini” di Madam A e Hinami coordina i movimenti degli altri dall’alto. Kuro è costretta a scappare, lasciando indietro Madam A.[18] Dopo la sconfitta contro Shachi, Kaneki si allena sempre di più e chiede a Tsukiyama di allenarsi con lui, in modo da poter migliorare.[19]

In seguito, dopo averla convinta a collaborare, Madam A conduce il gruppo di Kaneki nella villa dove teoricamente risiederebbe Kanou.

Gruppo di Kaneki al laboratorio.jpg

Al laboratorio.

Tsukiyama riporta le informazioni di Hori. Quella villa in passato apparteneva a un uomo che aveva creato una compagnia e che si era arricchito molto. Viveva felicemente con la moglie e le loro figlie, ma un giorno un ghoul uccise lui e la moglie, lasciando le figlie orfane. Kaneki chiede cosa sia successo alle figlie e Tsukiyama ipotizza che siano state prese in custodia dalla CCG, crescendole per farle diventare investigatrici, in un circolo d’odio e vendetta perpetuo. Tsukiyama domanda a Kaneki se il suo intento di voler distruggere Aogiri sia parte di tale circolo o se stia cercando di spezzarlo.[20]

Dopo aver esplorato i sotterraneo a lungo senza trovare il dottore, Kaneki minaccia Madam A e colpisce un muro alle spalle della donna per capire se mente, ma a quanto pare sta dicendo la verità. Il colpo rivela una strana sostanza organica e Tsukiyama spiega che è un muro di Cellule Rc, detto anche Muro della Circoscrizione 24. Sono in pratica dei muri di kagune, una tecnica creata dai ghoul e conosciuta dai ghoul della Circoscrizione 24. Addentrandosi sempre di più nei sotterranei, il gruppo viene attaccato da vari esperimenti falliti di Kanou e alla fine incontrano le gemelle Kuro e Shiro. Kaneki dice di non aver tempo per loro, le oltrepassa e lascia gli altri a combattere contro le gemelle.

Tsukiyama inizia a combattere contro le gemelle, ma vengono interrotti dall'arrivo improvviso di Naki, in compagnia di Eto e Gagi e Guge.[21]

Tsukiyama combatte nuovamente contro Naki, mentre Kuro e Shiro rincorrono Eto e Banjou vuole aiutare Kaneki.

Naki vs Shuu.png

Shuu Tsukiyama vs Naki

All'arrivo della CCG, Tsukiyama propone a Naki di combattere contro il nemico comune. Tsukiyama è irritato dall'ignoranza di Naki, che inizialmente non capisce cosa stia dicendo, ma alla fine accetta la proposta di Tsukiyama.

Dopo che Naki viene ferito da Akira Mado, Tsukiyama inizia ad attaccarla.[22]

Quando Tsukiyama sente menzionare il nome di Yukinori Shinohara da Amon, ripensa ai mesi passati con Kaneki, durante il quale il mezzo ghoul ha praticato il cannibalismo per diventare più forte. Pensa che sarebbe un guaio se Kaneki incontrasse Aogiri o Shinohara, in quanto è uno tosto. Cerca di mantenere la calma quando Akira usa il Gas CRc contro di loro per indebolirli. Capendo di essere in difficoltà, Tsukiyama suggerisce la ritirata ai ghoul e fa i complimenti a Naki perché, anche se stupido, è un uomo onesto per aver protetto i suoi compagni. Chiede mentalmente a Kaneki di resistere.[23]

Dopo lo scontro, gli uomini di Banjo cercano di convincere Tsukiyama a trovare il loro capo, ma Tsukiyama pensa che l'unica soluzione è ritrovare Kaneki. Considera di sbarazzarsi di loro perché lo stanno intralciando, ma Banjou arriva in tempo per calmare la situazione. Tsukiyama dice che stava solo scherzando, ma Banjou non si fida.

Dopo che Kaneki, fuori controllo, attacca Banjou, che attiva il kagune per la prima volta, Tsukiyama è divertito nel notare che è un ukaku.

Dopo l'Assalto al LaboratorioModifica

Kaneki è giù di morale per quello che è successo al laboratorio. Tsukiyama gli porta dei libri e cerca di consolarlo, dicendogli che è forte e che sarà sempre suo alleato. Kaneki trova noiosi i libri che gli ha portato ma “Il MacGuffin dell'Impiccato”, di Sen Takatsuki, coglie il suo interesse e finalmente comincia a riprendersi.[24]

Shuu e Hinami.jpg

Shuu e Hinami

Qualche tempo dopo, Tsukiyama convince Hinami a escire di casa con lui senza chiedere il permesso a Kaneki. Si recano allo stesso café che frequenta Takatsuki, dove si erano recato anche Tsukiyama e Kaneki in passato. Al cafè, i due discutono dei preoccupanti sbalzi d'umore e di comportamento di Kaneki, concordando sul fatto che devono aiutarlo. Tsukiyama si scusa per andare in bagno e annusa nuovamente il fazzoletto impregnato del sangue di Kaneki. Al suo ritorno, nota che Hinami è pensierosa.[25]

Usciti dal locale, Hinami e Tsukiyama incontrano Touka e Nishiki, che attaccano verbalmente Tsukiyama. Hinami riesce ad smorzare i toni difendendo timidamente Tsukiyama. Dopo che Nishiki e Touka avvertono nuovamente Hinami di fare attenzione al Gourmet e Tsukiyama a sua volta risponde che, a differenza dell'Anteiku, in questi mesi lui ha davvero aiutato Kaneki, i due gruppi si separano.[26]

Quando Kaneki annuncia lo scioglimento del loro gruppo e la sua decisione di tornare all’Anteiku, chiedendo ai presenti di tornare con lui, Tsukiyama non è affatto entusiasta della decisione, ma comunque chiede con il suo solito atteggiamento teatrale se può entrare a far parte della loro “piccola famiglia”. Kaneki gli dice che non può fidarsi di lui ma, con sorpresa di Tsukiyama, gli dice che può continuare ad essere un suo alleato e la sua “spada”. Tsukiyama accetta e lo ringrazia con un inchino, senza sapere bene come categorizzare quel tremore che sente al petto nell’udire le parole di Kaneki.[27]

Assalto all'Anteiku e Operazione di Soppressione del Gufo Modifica

Depressione.png

Tsukiyama in stato catatonico

Quando viene a sapere che Kaneki vuole dare una mano al signor Yoshimura per salvare l'Anteiku, Tsukiyama lo raggiunge sul tetto di un edificio. Gli dice che è un suicidio e che non può sconfiggere tutta l'armata della CCG da solo, neanche le sue conoscenze potrebbero aiutarlo. Quindi Tsukiyama attacca Kaneki per fermarlo ma viene subito sconfitto.

Sconfitto, inizia a piangere per terra e implora Kaneki di non andare via. Kaneki lo ringrazia per preoccuparsi per lui, ma non cambia idea, spiegando che vuole essere in grado di fare qualcosa per i suoi amici.[28]

Dopo la fine del raid, nell’ultimo capitolo, si scopre che Tsukiyama è ancora sdraiato per terra in stato catatonico e si rifiuta di bere il caffè che gli offre Nishiki. Il ragazzo lo avverte che se continua così finirà per male.

Caso Torso Modifica

Anche se non appare fisicamente, Kanae von Rosewald si preoccupa per il suo stato attuale e porta una valigia nelle sue stanze. Chie Hori accenna che il suo “modello”, presumibilmente Tsukiyama, è diventato molto noioso a causa della depressione. La ragazza contatta Kuki Urie e Ginshi Shirazu e offre un accordo agli investigatori: lei fornirà informazioni su Torso e in cambio loro dovranno portarle qualcosa che abbia l’odore di Haise Sasaki. Spiega che è un regalo per qualcuno, dato che vuole tirarlo su di morale. Alla fine ottiene i boxer di Haise che hanno un logo elaborato con la scritta “ENERGY”.

Caso Nutcracker Modifica

Tsukiyama mani.png

Uno sguardo alle condizioni di Tsukiyama

Kanae offre i boxer in dono al suo padrone, che giace miseramente a letto. Tsukiyama confessa che il suo olfatto non sembra funzionare bene come una volta, ma anche così, percepisce qualcosa di nostalgico e dice che i boxer hanno una bella stampa. Più tardi, Kanae incontra Chie e le restituisce i boxer, sostenendo che non hanno sortito alcun effetto. Chiede a chi appartengano quei boxer, mente riguardo le reazioni di Tsukiyama e minaccia Hori di ucciderla prima di andarsene. Comunque, Chie risponde che i boxer sono di un investigatore di nome Haise Sasaki e capisce che Kanae stava mentendo. Ripensa con un po’ di nostalgia a tutti gli anni che ha passato insieme a Tsukiyama come sua amica. Viene rivelato che è stata lei a ritrovare Tsukiyama sul tetto dell’edificio dopo la scomparsa di Kaneki e spera che il suo regalo possa far ritornare Tsukiyama “interessante” com’era un tempo.[29]

Qualche tempo dopo, Kanae è a caccia per trovare gli “ingredienti degni di un gourmet” per il suo padrone mentre pensa a come Kaneki sia la causa della depressione di Tsukiyama. Decide che se Sasaki è davvero Kaneki, lo ucciderà per evitare che Tsukiyama venga a sapere che è ancora vivo.[30]

Kanae, Matsumae e Mirumo Tsukiyama si recheranno alla casa d’Aste per trovare del cibo per Shuu.

Caso Rosewald Modifica

Ad aprile, Kanae ripensa al suo passato, dopo il suo arrivo in Giappone. Ricorda che Shuu si è subito dimostrato gentile e amichevole nei suoi conforti. Per offrire un po’ di conforto, Shuu aveva mostrato a Kanae la serra della loro villa e le rose in particolare. Tsukiyama è brevemente visto ancora confinato nella sua stanza e in cattive condizioni di salute. Si lamenta con Kanae perché ha caldo e il suo kagune sta lentamente avvolgendo il suo corpo corpo. La sua camera da letto è scura e piena di ossa. [31]

Fuori controllo.png

Tsukiyama, fuori controllo, attacca Kanae

Tsukiyama è ancora in condizioni terribili, ma ora sembra stia mangiando sia umani che ghoul. Viene spiegato che, a causa dei matrimoni tra consanguinei che si sono succeduti per generazioni, la Famiglia Tsukiyama sembra aver ereditato un difetto genetico che sembra impedire il corretto sviluppo del kakuja, e che causa ulteriori danni.[32] Tsukiyama soffre degli effetti collaterali della situazione in quanto non riesce a controllare il kagune. Il padre e Kanae si preoccupano e si chiedono cosa possano fare prima che sia troppo tardi.

Mirumo chiede Kanae di portargli del vino, quando improvvisamente Tsukiyama perde il controllo e la servitù si trova in difficoltà. Shuu attacca Kanae, che cerca di fermarlo. Tsukiyama grida e pretende che gli sia portato del buon cibo perché è "il Gourmet" e non merita niente di meno. Dopo una breve colluttazione dove Kanae riporta qualche ferita, viene trattenuto dai servitori, che riescono a calmarlo dopo che Kanae ordina di dargli un medicinale. Quando viene riportato di nuovo a letto, Shuu sembra aver dimenticato tutto, chiedendo il motivo per cui i servitori sono nella sua stanza. Kanae spiega che stavano facendo le pulizie. Lui li ringrazia per il loro lavoro e si scusa per le sue condizioni di salute. Poi chiede a Kanae di prendersi cura della famiglia e le accarezza il viso. Kanae scoppia in lacrime e accetta la richiesta con un sorriso triste.[33]

Kanae, più tardi, gli si avvicina e rivela che Kaneki è ancora vivo, mostrandogli la prima busta contenente una foto di Sasaki, consegnatole da Chie. Tra le lacrime, Shuu chiede a Kanae spiegazioni più precise.[34]

Emozione di shuu.png

Tsukiyama si emoziona dopo aver scoperto che Kaneki è vivo.

Quando Tsukiyama scopre che Kaneki è vivo, si precipita fuori di casa per vederlo anche se il suo stato di salute è pessimo e di conseguenza cade. Kanae lo accompagna in una sede della CCG, spingendolo mentre lui è sulla sedia a rotelle. Quando Tsukiyama vede Sasaki uscire dall'ufficio con la Squadra Quinx si meraviglia, si alza dalla seria rotelle e gli corre incontro, dicendo che vorrebbe di nuovo passare del tempo con lui, Hinami, Banjou e gli altri, ma finisce per cadere, ancora debole. Sasaki e la sua squadra l'aiutano a rialzarsi. Rapidamente Kanae si precipita da lui, si scusa con loro e porta Tsukiyama indietro sulla sedia a rotelle, andandosene di fretta. Gli investigatori si chiedono chi fosse quella persona e si preoccupano per il suo stato di salute.[35]

Più tardi, Tsukiyama, nella sua stanza, cerca delle informazioni precise su Ken Kaneki sul suo computer, in quanto il suo obiettivo principale è quello di far recuperare la memoria a Kaneki. Poco dopo, Tsukiyama scopre che uno dei suoi maggiordomi, di nome Yuuma, è stata catturato e torturato dal CCG mentre era fuori a caccia con altri servitori.

In seguito, in presenza di Mairo, Matsumae e Kanae, Shuu incolpa se stesso perché i servitori erano a caccia per lui. Vuole che Aliza sorrida di nuovo e, determinato a salvare Yuuma, Tsukiyama decide di agire avvicinandosi a Kaneki e facendo amicizia con lui, nella speranza che recuperi la memoria e lo aiuti a salvare Yuuma.

Parlando con Kanae, Tsukiyama dice che è rimasto esterrefatto nello scoprire che Kaneki è al sicuro, anche senza ricordi e che lavora per la CCG. Anche se è obbligato a fare l’investigatore è ancora vivo, ed è questa la cosa più importante. Decide di aiutarlo a recuperare i ricordi, in quanto presume che sia impossibile che voglia lavorare come investigatore.

Shuu sasaki parco.png

Shuu avvicina Sasaki al parco

Tsukiyama si avvicina a Sasaki mentre sta leggendo un libro in un parco. Si avvicina ringraziandolo per averlo aiutato e Haise, notando che non è più sulla sedia a rotelle, gli dice che sembra stia meglio. Shuu prova a fare conversazione parlando di libri e menzionando le opere di Sen Takatsuki, che era l’autrice preferita di Kaneki. Tuttavia rimane scioccato quando Sasaki dice che, pur apprezzando il suo stile ricercato, non è un grande fan. La conversazione viene poi viene interrotta dall’arrivo di Saiko e Mutsuki. Tsukiyama, nei giorni seguenti, decide di seguirlo in segreto provando a parlare di nuovo con lui in privato, ma non riesce perché è sempre con almeno uno dei ragazzi della sua squadra.

Kanae gli consegna un’altra foto, che raffigura il poster che annunciava la scomparsa di Kaneki. Tsukiyama. Chiede se sia opera di Hori e Kanae conferma. Shuu pensa che Chie lo conosce proprio bene e ripensa a quando lo ha ritrovato sul tetto. In quell’occasione, le chiese che cos’era il cibo degno di un gourmet. Chie rispose di non averne idea, ma a sua volta gli chiese se valeva la pena morire solo per degli ingredienti. Shuu vorrebbe parlare di nuovo con Chie come un tempo e si chiede cosa sia successo agli altri del Gruppo di Kaneki. Si chiede se l’Anteiku e Hinami sanno di Kaneki.[36]

Discussione tra shu e touka.JPG

Touka discute con Shuu Tsukiyama

Tsukiyama si reca al re e nota che Touka sta proprio seguendo le orme di Yoshimura, tanto da aprire un nuovo locale. È un po’ offeso scoprendo che Touka sapeva di Sasaki, e Nishiki gli dice di lasciare in pace la manager del locale. Comunque, Shuu suggerisce agli altri di trovare un modo per far ritornare la memoria a Ken Kaneki, dato che pensa che, essendo un ghoul, probabilmente Kaneki non vuole essere un investigatore di ghoul.

Tuttavia Touka e Nishiki non sono d’accordo, in quanto se recuperasse la memoria diventerebbe nuovamente un bersaglio della CCG. Tsukiyama non vuole che Kaneki finisca nei guai e Touka continua a spiegare perché è meglio se le cose rimangono come sono. Touka afferma che, anche se non tenterà attivamente di fargli ricordare il passato, in caso dovesse ricordare e non avesse un posto dove andare, l’aiuterà sicuramente. È per questo che il :re esiste. Aggiunge che Shuu vuole che Kaneki ricordi solo per motivi egoistici. Shuu ammette che è vero e che farà in modo che Kaneki ricordi. Dopo che Shuu se ne va, Nishiki si chiede se si fermerà. Touka dice che è inutile tentare di fermarlo, e che in realtà, capisce cosa provi Tsukiyama.[37].


Tsukiyama è preoccupato per Kanae e chiede a Mairo, che conferma di non sapere nulla di nuovo. Parlando con Aliza, dice di aver notato la relazione che c’era tra lei e Yuuma e promette che farà tutto il possibile per salvarlo.

Incontro tra shuu e Ken.png

Shuu incontra Haise di nuovo

Preoccupato anche per le parole di Touka e deciso ad aiutare Yuuma, Tsukiyama va nel parco a cercare Haise e con sua sorpresa, lo trova ad aspettarlo. Quel giorno infatti, ha fatto in modo di avere tempo da dedicargli. Dopo essersi salutati, prima che Shuu possa iniziare a fare domande, Sasaki gli chiede senza giri di parole se è un ghoul, cosa che lascia Shuu sorpreso e spiazzato. Sasaki continua spiegandogli che è un investigatore di ghoul e rigira la domanda, chiedendogli invece se conosce qualcuno di nome Uta o Fueguchi. Capendo dalla sua espressione, gli dice che non c’è bisogno di rispondere. Gli chiede infine se conosceva Kaneki. Tsukiyama non sa cosa rispondere.

Haise ammette di essere lì non come investigatore, ma come Haise Sasaki. Aggiunge che tutta la situazione dei suoi ricordi e del suo passato sta diventando insostenibile e, avendo il presentimento e il timore che i suoi ricordi possano tornare, supplica Tsukiyama di raccontagli quello che sa del suo passato mentre inizia a piangere perché non vuole perdere la famiglia e gli amici che si è creato nel frattempo, non ché la sua umanità nonostante il suo corpo di ghoul. Tsukiyama sa che Kaneki era forte, ma non è sempre stato così. Si ricorda della fragilità e delle insicurezze del ragazzo che aveva incontrato per la prima volta anni prima e apprezza la sua forza nel continuare nonostante le avversità. Shuu pensa alla sua famiglia e a Chie Hori, realizzando che lei ha sempre saputo che a Shuu piaceva davvero stare con Kaneki e gli altri e che Kaneki era ed è più di un semplice “ingrediente”. Shuu si volta, scusandosi per non potergli rispondere, in quanto lui stesso non sa più cosa dire a causa dei suoi sentimenti contrastanti. Vorrebbe tornare a quei giorni felici, ma teme che Haise non riesca a sopportare il suo tragico passato. Per evitare di ferirlo, se ne va.[2]

Operazione Sterminio della Famiglia Tsukiyama Modifica

Mentre Tsukiyama si riposa nelle sue stanza, pensando preoccupato ai servi catturati e a Kaneki, suo padre gli porta una tazza di caffè. Dopo averlo ringraziato prende un sorso di caffè, accorgendosi subito che c’è qualcosa di strano, ma comunque ringrazia allegramente suo padre facendogli i complimenti per la bontà del suo caffè, prima di addormentarsi per gli effetti del sonnifero nel caffè. Il sonnifero ha effetto e Mirumo chiede a Matsumae di prendersi cura di lui.

Dopo aver ripreso conoscenza in una macchina guidata da Matsumae, Shuu le chiede cosa sia successo a suo padre e agli altri. Matsumae spiega che l’identità della famiglia è stata rilevata e che sono sotto attacco. Shuu prova a convincerla a tornare indietro a salvarli, ma Matsumae lo ignora, dicendogli che è impossibile salvarli e che la salvezza di Shuu è fondamentale in quanto assumerà il ruolo di capofamiglia e permetterà che la stirpe sopravviva. Tsukiyama si ricorda del Raid all'Anteiku dove Yoshimura, Irimi, e Koma erano rimasti per permettere la fuga degli altri, capendo cosa provasse Kaneki, che aveva deciso di tornare a dare una mano. Capendo cosa Kaneki dovesse provare in quei momenti e come Tsukiyama stesso lo pregò di non andare, Shuu smette di chiedere a Matsumae di tornare e accetta il suo destino in silenzio.

Shuu e Matsumae.png

Shuu e Matsumae.

Dopo la fuga, si rifugia con Matsumae all'Edificio Lunatic Eclipse, il duo viene accolto dal Signor Kurei, Jirou Asada e Johannes Tiko, vari dirigenti delle compagnie di proprietà degli Tsukiyama. A Shuu viene chiesto di andare all’ultimo piano per aspettare un elicottero che lo porterà in salvo. Nel frattempo, anche Mairo raggiunge Shuu e Matsumae.[38] Informa la donna che la CCG sta avanzando più rapidamente del previsto, così Matsumae informa Shuu che e Mario sarebbero rimasti indietro per fargli guadagnare tempo prima di raggiungerlo.

Notando che Matsumae non ha la sua maschera, Shuu capisce che non fa conto di sopravvivere, ma le chiede comunque di prometterle di tornare, visibilmente preoccupato. Lei lo informa che questa volta non può fargli promesse, e gli chiede invece di continuare a vivere. Tsukiyama si reca sul tetto con un’espressione mesta mentre ripensa a tutta la sua famiglia.

Una volta raggiunta l’elisuperficie, tuttavia, viene bloccato da Sasaki mentre l'elicottero viene abbattuto dalla Squadra S2 della CCG. Tsukiyama si chiede se tutto questo non sia una sorta di scherzo malato.

Elicottero abbattuto.png

Shuu viene trovato da Sasaki.

Pur avendo trovato Tsukiyama, Sasaki risponde a Ui di non avere notizie. Sasaki gli dice che non sapeva che lui fosse l’erede degli Tsukiyama e gli chiede di arrendersi, in modo che possa chiedere i diritti di proprietà su di lui per risparmiargli la vita. Tsukiyama tuttavia lo attacca di sorpresa, dicendo che non si arrenderà mai, in quanto il suo compito è sopravvivere per fare in modo che tutti i sacrifici della sua famiglia non siano vani. Per evitare che gli faccia altre domande, dice a Sasaki di non sapere niente su di lui.[39]

Mentre combattono, Sasaki gli fa notare che l’edificio è circondato e continuare a combattere è praticamente un suicidio. Tsukiyama riflette pensando di aver capito cosa intendeva Touka quando si sono parlati al :re. È anche rattristato dal fatto che lui e Kaneki siano diventati due estranei. Dopo un breve scambio di colpi, Tsukiyama è sopraffatto da Sasaki e viene immobilizzato al suolo dall’investigatore. Dato che Sasaki esita a finirlo a causa del loro passato, Tsukiyama gli chiede di essere ucciso una volta per tutte, ma viene salvato da Kanae, che taglia il braccio destro a Sasaki.[40]

Tsukiyama è confuso e domanda se il ghoul sia Kanae, e dopo avergli dato conferma, Kanae aggiunge che si occuperà di "pulire l'immondizia" e si prepara a gettare Sasaki dall’edificio. Quando Sasaki ha la meglio su Kanae, Tsukiyama, allo stremo delle forze, si avvicina strisciando e afferra la gamba e la manica di Sasaki, dicendo a Kanae di scappare. Subito dopo appare il Gufo, che attacca Haise.[41]

Caduta.png

Sasaki lancia Tsukiyama dall'edifico

Tsukiyama non può fare niente mentre l’investigatore infierisce su Kanae. Quando Kaneki si avvicina, Tsukiyama gli chiede se è davvero lui con i suoi ricordi passati. Kaneki conferma e trafigge Tsukiyama al petto con kagune, facendogli sputare sangue.[42]

Dopo che Eto viene allontanata da Kaneki, Koori Ui e altri investigatori raggiungono il tetto dell'edificio e scoprono che Tsukiyama è sopravvissuto al colpo fatale di Kaneki, così quest'ultimo dice a Koori che si occuperà di Tsukiyama. Lo afferra con il kagune e Shuu giunge alla conclusione che Kaneki ha preso la sua decisione. Scaglia Shuu dall'edificio. Kanae si lancia a sua volta, cercando di salvarlo a tutti i costi.

Shuu dice di lasciarlo andare e di salvarsi, ma Kanae si rifiuta. Inizia a parlare a Shuu in tedesco, la sua lingua madre, dicendogli che lo salverà, anche a costo della vita. Kanae esprime l'ultimo desiderio, ovvero di essere chiamata col suo vero nome. Sa che forse è una richiesta vuota, ma vuole gridare al mondo come si sente almeno una volta prima di morire. Confessa a Shuu di amarlo e chiede perdono alla sua defunta famiglia e a Shuu per essersi innamorata di lui. Shuu le prende il volto tra le mani e la rincuora parlando a sua volta in tedesco, dicendo che va tutto bene, che nessuno la punirà e la chiama con il suo vero nome, Karren.

Chapter57.png

Shuu e Karren mentre precipitano.

Commossa, Karren rimpiange di non aver potuto vivere la vita che avrebbe voluto, ma è felice che, almeno nei suoi ultimi momenti, possa vivere e morire come se stessa, dopo essere stata finalmente riconosciuta. Usa il kagune per afferrare Shuu e lanciarlo in aria, salvandolo da morte certa e sacrificandosi per lui. Disperato, Shuu urla il suo nome.[43]

Tsukiyama continua a fuggire, per il bene della famiglia, per coloro che lo amano ancora e perché il sacrificio dei suoi cari non sia vano, ma è gravemente ferito e scopre che degli investigatori lo stanno inseguendo. Gli investigatori vengono eliminati da Touka e Yomo mentre Chie lo chiama da un furgone parcheggiato lì vicino.

Quando sale sul furgone ritrova suo padre, che è scappato dagli investigatori dopo aver sentito che l’elicottero che doveva portarlo in salvo era stato abbattuto, nella speranza di poter aiutare il figlio.

È stata Hori ad andare al :re a chiedere aiuto a Touka e Yomo, dato che non conosceva altri ghoul forti a cui poter chiedere aiuto. Quando sono tutti sul furgone, Chie dice di essere sorpresa che Shuu sia saltato dall’edificio e sia sopravvissuto, ma Tsukiyama spiega che è stata Kanae a salvarlo e che è stato Kaneki a buttarlo giù. Chie, intuendo che Kaneki aveva le sue ragioni per lanciarlo dall’edificio, chiede a Tsukiyama perché avrebbe dovuto spingerlo giù quando avrebbe potuto ucciderlo all’istante.[43]

Invasione di RushimaModifica

Giunto a Rushima, Tsukiyama propone a Miza, Naki e ai suoi uomini di unire le forze contro Koori Ui, Kuramoto Itou, Taishi Fura, Takeomi Kuroiwa e altri investigatori. È accompagnato da due persone incappucciate.[44]

Dopo aver notato che Naki non si ricorda di lui, Tsukiyama inizia a combattere contro Ui, dicendogli che gli deve qualcosa. Ui risponde che per lui vale lo stesso.[45]

Allo scontro si uniscono anche Takeomi e Kuramoto da una parte, e Naki e Miza dall’altra. Interviene anche una delle figure incappucciate che indossa la maschera di un cane nero. La figura e Tsukiyama fanno cambio di avversario, quindi Tsukiyama inizia a scontrarsi con Takeomi.[46]

RelazioniModifica

Ken KanekiModifica

Incontra Kaneki per la prima volta all'Anteiku ed è affascinato dalla sua fragranza e vuole mangiarlo. Quando scopre che Kaneki è un mezzo ghoul al Ristorante dei Ghoul, ne diventa ossessionato, vedendolo come una pietanza unica ed esotica, che solo lui si merita di assaporare. Di conseguenza, cerca modi diversi per divorare Kaneki, arrivando anche a offrire il suo aiuto per liberarlo da Aogiri e in seguito, a unirsi al Gruppo di Kaneki. Diventa la "spada" di Kaneki e dalla seconda novel Tokyo Ghoul: Kuuhaku si può dedurre che è lui a occuparsi delle spese del gruppo e ad aiutarlo con le sue connessioni, per esempio Chie Hori.

Tsukiyama diventa molto protettivo nei suoi confronti e anche se lui all'inizio non lo ammette o fatica a realizzarlo, col tempo ha iniziato a tenere veramente a Kaneki. Lo scongiura in lacrime di non andare a combattere durante l'assalto all'Anteiku dato che è una missione suicida e tenta anche di fermarlo con la forza, inutilmente. Dopo, cade in uno stato depressivo.

In Tokyo Ghoul:re, dopo due anni è ancora in depressione. Si isola dal mondo e non mangia, tanto che la sua famiglia teme possa lasciarsi morire. Chie dice le sue condizioni sono dovute alla presunta morte di Kaneki e quando scopre che è vivo, Shuu si riprende.

In :re dopo essersi ripreso, ammette che gli piaceva davvero stare con Kaneki e gli altri e che aveva smesso di vederlo come ingrediente,[2] e che Chie l'aveva già capito.[36] Vorrebbe che tornasse tutto come una volta, per questo inizialmente vuole che Sasaki ricordi. Nota delle similitudini tra Sasaki e Kaneki che conobbe anni prima per la prima volta, insicuro e senza forze. Perciò quando capisce che per il ragazzo sarebbe crudele e pericoloso ricordare, lascia perdere per il bene di Haise.

Quando sono costretti a combattere durante l'operazione di Sterminio, è rattristato dal fatto che lui e Kaneki siano diventati due estranei. Shuu decide di combattere per la sua famiglia, che si è sacrificata per lui.

Chie HoriModifica

Come si evince dalla prima novel Tokyo Ghoul: Hibi, lei e Tsukiyama si conoscono sin da quando frequentano le superiori presso l'Istituto Seinan Gakuin, che comprende le superiori e l'università. Anche se era molto ammirato per la sua intelligenza e bellezza, Tsukiyama non aveva amici e Hori fu la sua prima vera amica, che ha scoperto la sua identità di ghoul e lo ha fotografato mentre cacciava.

Il fatto chee considerano interessati a vicenda e hanno entrambi un ambiguo senso della morale, li rende un duo strano ma che funziona, anche perché Chie non ha paura del fatto che sia un ghoul. Non si fa raggirare dal ghoul e, nella prima novel, arriva a minacciarlo di rivelare la sua identità tramite un post messo in coda sul suo blog, in caso lui l'avesse uccisa. Tsukiyama non la trova interessante come preda, in quanto è minuta e senza alcun segno o aroma particolare, ma ammira il fatto che sia furba, senza paura e subdola. Non sapendo come classificare la loro relazione, deduce deve essere simile a quella tra un padrone e il suo "animaletto da compagnia". Inizia a chiamarla "Little Mouse".

Negli anni sono rimasti in contatto e come si rileva dalla seconda novel Tokyo Ghoul: Kuuhaku, si fida abbastanza di lei per parlarle delle sue ossessioni e di Kaneki in particolare, anche se lei spesso si diverte a prenderlo in giro. Tsukiyama la presenta a Kaneki e lei diventa una sua alleata. Tramite un'ingegnosa trovata per salvare una ragazza a cui Chie era interessata come soggetto fotografico, fa in modo che Kaneki si rivolga a lei solo tramite Tsukiyama. In questo modo, Chie fa in modo che Kaneki abbia bisogno di Tsukiyama per contattare lei, persona importante per la raccolta d'informazioni e allo stesso tempo, fa in modo che Tsukiyama sia in debito con lei, in modo che lui sia costretto ad ascoltare le sue richieste.

In :re, Chie aiuta Tsukiyama a riprendersi dalla depressione mostrandogli le foto di Sasaki, la nuova identità assunta Kaneki in seguito all'amnesia, dopo aver convinto Kanae a raccontare la verità su Sasaki al suo padrone. Sa che per fare tutto questo rischia di diventare un bersaglio del comitato anti ghoul, cosa che effettivamente diviene, per questo Tsukiyama gli è molto grato. In :re smette di considerarla un animaletto e la considera la sua "piccola amica".

Hinami FueguchiModifica

Fanno parte entrambi del Gruppo di Kaneki e Tsukiyama cerca di usarla come mezzo per conquistare la fiducia di Kaneki. Ma comunque, Tsukiyama si dimostra sempre gentile nei suoi confronti, porta dei fiori e le insegna diverse cose sul linguaggio dei fiori. Per questo, lei inizia a chiamarlo affettuosamente "Flower Man", mentre Tsukiyama la chiama ogni tanto "Little Hinami". Anche a Hinami non dispiace la sua presenza, tanto da difenderlo timidamente quando viene interpellato da Touka e Nishiki.

In :re, Shuu vorrebbe rivedere sia lei che il resto del gruppo[36], e dal diario che Hinami tiene a Cochlea, (pubblicato nel materiale extra del volume 4 di :re), si scopre anche a lei manca Tsukiyama, come gli altri membri del gruppo di Kaneki e dell'Anteiku.

Touka KirishimaModifica

Conosce Touka e suo fratello Ayato nella Circoscrizione 20. Tsukiyama dice che, quando lei aveva 14 anni e lui 18, era affascinato dallo sguardo e dal comportamento freddo e aggressivo di Touka. Era pazzo di lei ed è uno spreco che si sia così rammollita.[8] Tsukiyama si comporta in maniera amichevole con Touka, ma lei conoscendo la sua natura subdola, non si fa raggirare, non si fida e lo trova fastidioso.

In :re continua a trattarla cordialmente e si reca al suo locale per fare in modo che Kaneki torni da loro. Touka lo tratta con nochalant ed è più paziente nei suoi confronti, ma non concorda con le sue idee, anche se capisce i suoi sentimenti di voler rivedere Kaneki.

Touka, insieme a Yomo, accetta di aiutarlo a fuggire dopo l'operazione di sterminio su richiesta di Chie.

Nishiki NishioModifica

All'inizio Nishio disprezza Tsukiyama per aver rapito la sua fidanzata Kimi Nishino e averla usata come esca per attirare Kaneki. È contrario alla sua presenza, quando Tsukiyama si unisce alla gente dell'Anteiku per salvare Kaneki. Nel corso della serie, anche se meno aggressivo nei confronti di Tsukiyama, continua a non fidarsi di lui. Dopo il raid all'Anteiku, quando Shuu è in stato catatonico dopo la dipartita di Kaneki, gli offre del caffè per evitare che muoia di fame.

In :re, quando Tsukiyama visita il locale, non concorda con la sua idea di far recuperare la memoria a Kaneki.

Kanae von RosewaldModifica

Kanae è sua cugina e parte della servitù della Famiglia Tsukiyama. In originale, lo chiama "Shuu-sama", dove "-sama" è un onorifico formale con cui si dimostra molto rispetto. Da bambina, quando Kanae giunge in Giappone dalla Germania dopo che la sua famiglia è stata sterminata, Tsukiyama si dimostra subito gentile e amichevole nei suoi confronti. Prova a tirarla su di morale mostrandole il giardino di rose e incoraggiandola dato che hanno lo stesso sangue. Kanae sembra prendere a cuore queste parole, ed è spesso disegnata con delle rose.

In passato, erano soliti suonare insieme Shuu il piano e Kanae il violino.[47] Tsukiyama viene informato da Matsumae che Kanae è una persona di talento.[41]

Kanae inizia anche a imitare il suo modo di vestire e di comportarsi.Si preoccupa molto per lo stato in cui si è ridotto Tsukiyama.

Kanae mette i desideri di Shuu davanti ai suoi e lo supporta nelle sue decisioni, anche se lo avverte dei rischi che potrebbe correre. Quando Shuu è debilitato, lo accompagna dove necessita e si prende cura di lui e ricorrerebbe a ogni cosa pur di poterlo aiutare, anche se a volte finisce per mettersi nei guai. Per la disperazione, Kanae giunge ad accettare l'aiuto di Chie Hori.

Kanae in realtà è innamorata di Shuu, ma sa di non essere ricambiata in quanto Shuu sembra che non le porga molte attenzioni. È anche convinta che Shuu non sia a conoscenza del suo segreto.

In realtà, Shuu tiene a lei come a tutta la famiglia e tenta di proteggerla da Sasaki durante il loro scontro sul tetto dell'L.E.. Quando, cadendo dal tetto, lei gli confida i suoi sentimenti Shuu la rincuora parlando a sua volta in tedesco, dicendo che va tutto bene, che nessuno la punirà e la chiama con il suo vero nome, Karren, dimostrando di conoscere la sua vera identità. Karren, commossa, lo salva.

Tsukiyama non vuole che il sacrificio di Karren e della sua famiglia sia vano.

Kazuichi BanjouModifica

Facevano entrambi parte del Gruppo di Kaneki. La loro relazione era tesa perché Banjou non si fidava di lui e Tsukiyama si prendeva gioco di Banjou. Tsukiyama lo chiama "Banjoi-kun".

Comunque, col tempo Tsukiyama si è affezionato a tutto il gruppo e, in :re, vorrebbe rivederli.[36]

NakiModifica

Anche se sono nemici, durante il raid al laboratorio di Kanou si alleano per affrontare gli investigatori di ghoul, nemici comuni. Naki pensa che Tsukiyama sia un bravo ragazzo, ma non capisce quando parla usando parole straniere. Tsukiyama apprezza il fatto che sia un buon leader per i suoi subordinati, anche se lo considera un credulone ingenuo. È però esasperato dalla sua ignoranza.

MatsumaeModifica

Matsumae è da sempre una fedele dipendente della famiglia TSukiyama e si prende cura di lui sin da quando era bambino. Quando erano piccoli, giovano insieme e quando Shuu andava alle superiori, lei fingeva di essere una sua insegnante per proteggerlo da eventuali pericoli. Matsumae lo considera come un fratellino ed è disposta a sacrificarsi per lui. Anche Shuu tiene molto a lei, chiedendole di tornare sana e salva.

Mirumo TsukiyamaModifica

È il padre di Shuu. Dal diario di Mirumo, pubblicato nel volume 4 di :re, si scoprono molte cose sulla loro relazione. Da piccolo aveva una relazione molto stretta col padre, che era molto fiero di lui e apprezzava che il figlio avesse tanti interessi. Passavano giornate piacevoli a fare sport, a suonare a Shuu ha cominciato a interessarsi alle lingue straniere leggendo i documenti di suo padre. Mirumo è un padre amorevole, fiero del figlio e che si preoccupa per lui.

Quando Shuu cade in depressione, Mirumo fa tutto il possibile per fargli ritrovare l'appetito e per cercare di guarirlo. È felice che suo figlio si sia ripreso, anche se non vengono visti passare molto tempo insieme. Quando Mirumo scopre che stanno per essere attaccati, mette del sonnifero nel caffè del figlio perché venga portato al sicuro da Matsumae, indicando che vuole molto bene al figlio. Sentimento che è reciproco, infatti Shuu vuole provare a salvare suo padre e il resto della famiglia dagli investigatori.

È felice e sorpreso quando scopre che suo padre è ancora vivo e si è liberato dagli investigatori per aiutarlo.

Famiglia TsukiyamaModifica

Shuu tiene molto a tutti i membri della sua famiglia, sia i suoi parenti di sangue, sia la servitù. È un sentimento reciproco. A Shuu dispiace che, per via della sua malattia, abbiano dovuto correre diversi rischi per procacciargli il cibo nella speranza di farlo guarire. Dopo essersi ripreso, promette che farà il possibile per salvare le persone catturate dagli investigatori.[36] Quando sono sotto assedio, Shuu viene addormentato per essere scortato al sicuro. Quando capisce quello che sta succedendo, vorrebbe tornare indietro a salvarli, ma Matsumae gli spiega che è suo compito sopravvivere per continuare la stirpe.[48]

Shuu capisce che ha delle responsabilità, vive e combatte per loro e non vuole che il sacrificio della sua famiglia sia vano.

Poteri e abilitàModifica

Fisiologia Ghoul: ha un Kagune koukaku ed essendo un ghou, possiede capacità fisiche potenziate.

  • Kagune Koukaku: un robusto kagune che gli si arriccia attorno al braccio in una spira flessibile. Può usarlo sia per attaccare che per difendersi e riesce a plasmarlo in una lama a suo piacimento.
  • Resistenza Sovrumana: dopo lo scontro con Touka, sopravvive dopo aver perso il braccio e parte del volto.

Aspetto nel MangaModifica

Aspetto nell'AnimeModifica

Curiosità Modifica

  • Nel penultimo concorso di popolarità, si è classificato terzo.
  • Tsukiyama(月山) significa "montagna della luna" e Shuu(習) significa "pratica, studio, collezione".
  • Dalla sua biografia nel Volume 4 della priam serie, si evince che gli piace l'autodisciplina, gli umani interessanti (indipendentemente da età e genere) e avere nuovi stimoli.[1]
    • Gli piace praticare sport, le arti marziali, suonare strumenti musicali e valutare le prede.[1]
  • Quando un fan su Twitter ha chiesto chi ha disegnato la tuta da combattimento di Kaneki, Sui Ishida ha risposto che "forse, è stato Tsukiyama".
  • In Tokyo Ghoul: zakki, Ishida rivela che Tsukiyama, in origine, era il protagonista di un'altra storia, che aveva scritto prima di debuttare con Tokyo Ghoul. La sua compagna d’avventure, così come in Tokyo Ghoul, era sempre Chie Hori.
  • Per una strana coincidenza, le iniziali dello pseudonimo che Tsukiyama usa al Ristorante dei Ghoul, MM, sono le stesse del suo seiyuu, Mamoru Miyano.
  • Negli omake (per la prima volta dopo il capitolo 96 nel volume 10 e ancora dopo il capitolo 113 nel volume 12) Hinami inizia a chiamare Tsukiyama “Flower Man“ dato che porta spesso dei fiori nella casa dove abita il Gruppo di Kaneki e nell'omake del volume 13, lo chiama L'"Uomo dei Fuochi d'Artificio", dato che in giapponese c'è un gioco di parole tra le parole "fiori" e "fuochi d'artificio".
    • Tsukiyama a sua volta ogni tanto la chiama affettuosamente "Little Hinami".
  • Nell'anime, la libreria in cui Tsukiyama sta pensando a Kaneki nell'episodio 5, fa parte della villa degli Tsukiyama.
  • Secondo il Drama CD, la camera da letto di Tsukiyama è grande 70 metri quadrati e ha un letto enorme.
    • Sempre nello stesso drama, dice che da bambino il suo metodo preferito per calmarsi era suonare Chopin (in quel caso specifico, nel cuore della notte, gridando a squarciagola).
    • Nello stesso drama, sembra che Tsukiyama non regga bene l'alcol e da ubriaco è molto emotivo.
  • Ishida ha rivelato che Tsukiyama sa suonare il piano così bene che potrebbe guadagnarsi da vivere suonando il piano in un locale jazz.
  • Il suo compleanno, il 3 Marzo, coincide con la festa giapponese dell' Hina-matsuri.
  • Nelle Carte da Gioco, Tsukiyama è l'Asso di Quadri.
  • Nel volume 4 di :re, grazie al diario di suo padre Mirumo, si scoprono molte curiosità.
    • Per esempio, da bambino Shuu giocava a calcio con suo padre, ed era molto bravo, specialmente per un bambino di 6 anni.
    • Sin da bambino è molto bravo a suonare il piano e impara a suonare gli esercizi di Beyer in men che non si dica. Compone una canzone tutta sua intitolata "Gli Occhiali di Papà".
    • Sin da piccolo si interessa alle lingue straniere e chiede a suo padre di mostrargli alcuni documenti di lavoro in inglese e francese.
    • È un bambino gentile ed è triste quando deve mangiare gli umani. Per questo Mirumo gli dice che gli umani sono felici di essere mangiati dai ghoul come loro.
    • Già alle elementari è molto popolare e a San Valentino riceve molti cioccolatini anche se non può mangiarli e ne è deluso. Mirumo è preoccupato che prenda dal nonno e diventi un playboy.
    • Mirumo spera che Shuu trovi una nobile signorina ghoul e che possa avere una storia d'amore appassionata come è successo a lui. Spera che Shuu si sposi e gli dia dei nipotini.
    • Shuu da piccolo chiede com'era la sua mamma e Mirumo gli risponde di guardarsi allo specchio, spigandogli che ha ereditato da lei i suoi occhi e i lineamenti gentili.
  • Nel Calendario 2016 appare in diverse illustrazioni, spesso con Kaneki o il Gruppo di Kaneki. Tra le altre: il 6 febbraio nel giorno del blog, il 31 marzo per il compleanno della Tour Eiffel, l'11 maggio nel compleanno di Salvador Dalì con Kaneki, il 28 maggio nel giorno dei Fuochi d'Artificio, l'8 settembre per l'anniversario di Tokyo Ghoul con altri personaggi e il 21 settembre nel giorno della moda.

Note Modifica

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 1,7 Profilo di Shuu Tsukiyama nel volume 4 di Tokyo Ghoul.
  2. 2,0 2,1 2,2 Tokyo Ghoul:re Capitolo 44
  3. Tokyo Ghoul Capitolo 20
  4. Tokyo Ghoul Capitolo 33
  5. Tokyo Ghoul Capitolo 36
  6. Tokyo Ghoul Capitolo 37
  7. Tokyo Ghoul Capitolo 40
  8. 8,0 8,1 Tokyo Ghoul Capitolo 42
  9. Tokyo Ghoul Capitolo 46
  10. Tokyo Ghoul Capitolo 59
  11. Tokyo Ghoul Capitolo 65
  12. Tokyo Ghoul Capitolo 74
  13. Tokyo Ghoul Capitolo 76
  14. Tokyo Ghoul Capitolo 79
  15. Tokyo Ghoul Capitolo 85
  16. Tokyo Ghoul Capitolo 88
  17. Tokyo Ghoul Capitolo 91
  18. Tokyo Ghoul Capitolo 92
  19. Tokyo Ghoul Capitolo 94
  20. Tokyo Ghoul Capitolo 95
  21. Tokyo Ghoul Capitolo 96
  22. Tokyo Ghoul Capitolo 101
  23. Tokyo Ghoul Capitolo 104
  24. Tokyo Ghoul Capitolo 108
  25. Tokyo Ghoul Capitolo 114
  26. Tokyo Ghoul Capitolo 117
  27. Tokyo Ghoul Capitolo 121
  28. Tokyo Ghoul Capitolo 128
  29. Tokyo Ghoul:re Capitolo 12
  30. Tokyo Ghoul:re Capitolo 15
  31. Tokyo Ghoul:re Capitolo 32
  32. Tokyo Ghoul:re Capitolo 33
  33. Tokyo Ghoul:re Capitolo 35
  34. Tokyo Ghoul:re Capitolo 37
  35. Tokyo Ghoul:re Capitolo 38
  36. 36,0 36,1 36,2 36,3 36,4 Tokyo Ghoul:re Capitolo 39
  37. Tokyo Ghoul:re Capitolo 42
  38. Tokyo Ghoul:re Capitolo 47
  39. Tokyo Ghoul:re Capitolo 48
  40. Tokyo Ghoul:re Capitolo 50
  41. 41,0 41,1 Tokyo Ghoul:re Capitolo 52
  42. Tokyo Ghoul:re Capitolo 54
  43. 43,0 43,1 Tokyo Ghoul:re Capitolo 58
  44. Tokyo Ghoul:re Capitolo 93
  45. Tokyo Ghoul:re Capitolo 94
  46. Tokyo Ghoul:re Capitolo 97
  47. Tokyo Ghoul:re Capitolo 23
  48. Tokyo Ghoul:re Capitolo 46

NavigazioneModifica

Capra Nera
Leader Ken Kaneki
Membri Renji YomoTouka KirishimaAyato KirishimaShuu TsukiyamaMiza KusakariTake HirakoFukaNishiki NishioKurona YasuhisaSeidou TakizawaEnji KomaKaya IrimiHinami FueguchiNakiShousei IderaHooguroGiacche BiancheSquadra 0
Associati Tycho JohannesKazuichi BanjouAkira Mado

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale