FANDOM


Eto Yoshimura

Eto capitolo 64

Eto2

Eto unmasked manga

Eto Root A profile

Dati biografici
Nome Eto Yoshimura
Nome Giapponese 芳村 エト (Yoshimura Eto)
隻眼の梟 (Gufo con il Sekigan)
高槻 泉 (Takatsuki Sen)
Romaji Yoshimura Eto
Sekigan no Fukurō
Takatsuki Sen
Alias Gufo con il Sekigan
Sen Takatsuki
Specie Ghoul con il Sekigan (naturale)
Stato Sconosciuto
Età 24[1] (Tokyo Ghoul)
26 (:re)
27[2] (dopo il cap. 61 di :re)
Genere Femmina
Altezza 151 cm [3]
Peso 44 kg[3]
Misura del piede 22,5 cm [3]
Affiliazioni Albero di Aogiri - fondatrice e leader
Parenti Yoshimura (padre)
Ukina (madre)
Noroi (padre adottivo)
Circoscrizione 24
23 (Imprigionata a Cochlea)
Tipo Rc Ukaku
Status Particolare Kakuja
Ibrido naturale
Rating SSS
Debutto manga Capitolo 54 (come Eto)
Capitolo 108 (come Takatsuki)
Capitolo 142 (rivelazione vera identità)
Debutto anime Episodio 10 (come Eto)
Episodio 15/ep.3 Root A (come Takatsuki)
Episodio 23/ep. 11 Root A (come Gufo)
Seiyuu Maaya Sakamoto
Voce Italiana Francesca Rinaldi
Galleria Immagini

"All'epoca, cosicché nessuno (neanche mio Padre) se ne accorgesse, riscrissi in segreto il sommario. Quanto non può essere cambiato può solo essere distrutto. Per me è così. Io che ho lasciato tutto il necessario dentro il grembo. "

— Sen Takatsuki, Caro Kafka

Eto Yoshimura (芳村 エト, Yoshimura Eto) è la fondatrice[2] e guida dell'Albero di Aogiri, ed è vista interagire spesso con Tatara e Noro.

È il Gufo con il Sekigan (隻眼の梟, Sekigan no Fukurō), la figlia metà umana e metà ghoul di Yoshimura e Ukina. La sua identità umana è quella di Sen Takatsuki (高槻 泉, Takatsuki Sen), una scrittrice best seller che scrive prettamente romanzi psicologici con elementi horror, ed è l'autrice di alcuni libri menzionati nel corso di tutta la serie.

Per molto tempo si è pensato che Eto e il Re con il Sekigan fossero la stessa persona, fino alla smentita di Eto stessa in Tokyo Ghoul:re.[2]

Aspetto fisico Modifica

Come membro di Aogiri, il suo aspetto è abbastanza infantile. Il corpo è interamente ricoperto di bende, indossa una tunica viola con un cappuccio con le orecchie e una sciarpa floreale.

Come Sen Takatsuki, è un'attraente giovane donna, ha un espressione incuriosita e allegra e veste in modo pratico. Ha i capelli lunghi e verdi, che vengono lasciati sciolti o legati in uno chignon. Al di fuori delle apparizioni in pubblico ufficiali, porta gli occhiali. Anche se non tiene molto al suo look, è ammirata per la sua bellezza. Si può notare la grande somiglianza con sua madre, Ukina.

Come Gufo del Sekigan, la forma iniziale del suo Kakuja somiglia molto a quella del padre, ed è una maschera con un buco al posto dell'occhio destro e tre linee a zigzag sul lato sinistro. Durante l'assalto all'Anteiku, il suo kakuja ha una forma gigantesca e mostruosa, la testa ha quattro corna e un occhio solo sulla fronte e ghigna mostrando i denti e la lingua.

Da adolescente aveva i capelli corti e anche allora talvolta indossava gli occhiali.

Dopo essersi costituita alla CCG, prima dell'annuncio del suo ultimo libro, si taglia i capelli.

Aspetto nel MangaModifica

Aspetto nell'AnimeModifica

Personalità Modifica

Eto è molto sadica. Quando incontra Kuro e Shiro, parla dei loro genitori e ricorda alle gemelle che, anche se ora considerano Kanou un padre, i loro veri genitori, le uniche persone che le amassero davvero, ormai sono morti. Si diverte a tagliare la gamba di Shinohara con l'unico scopo di tormentare Suzuya, così che le loro ferite ora siano uguali e tortura personalmente Kanae per i suoi scopi.

Eto è stata affidata a Noroi da Kuzen quand'era ancora in fasce ed è cresciuta nella Circoscrizione 24, famosa per la sua violenza. Yoshimura stesso descrive Eto come una persona piena di rancore e odio nei confronti del mondo.[4]

Come Sen Takatsuki, famosa e apprezzata scrittrice, ha una personalità più allegra e giocosa. È una persona alla mano, firma autografi per i suoi fan, chiacchiera con loro durante la sessione autografi e fa foto con i fan anche se il suo editore Shunji Shiono le dice che è vietato.[5] Al dì la dell'apparenza, rimane comunque una persona attenta ai dettagli e molto diretta, come si nota dal suo dialogo con Hinami al café. Sembra anche essere in possesso di informazioni riservate e molto importanti, che condivide brevemente con Amon quando fa visita alla CCG.

Haise Sasaki, leggendo alcune opere di Takatsuki, si è fatto un'idea della scrittrice e secondo lui, è una persona solitaria, piena di odio e tristezza, che ha abbandonato ogni tipo di speranza molto tempo fa e che vuole distruggere ogni cosa. Haise apprezza lo stile ricercato di Takatsuki ma, a differenza di Kaneki, non sembra rispecchiarsi molto nelle sue opere.[6]

Come sua madre, riesce a comprendere le emozioni e i desideri delle persone. Usa questa capacità per tormentare e in seguito manipolare le sue vittime.

Storia Modifica

Passato Modifica

Eto è la figlia di Ukina, una donna umana, e Yoshimura, ai tempi conosciuto come Kuzen, un ghoul. Ciò la rende un’ibrido delle due specie. Ukina in realtà era una giornalista che stava compiendo delle indagini su V, una misteriosa organizzazione per cui lavorava Kuzen. Quando Yoshimura parla di Ukina a Kaneki, gli dice che la donna non sapeva che Kuzen lavorasse per V e a sua volta Kuzen non sapeva nulla delle indagini di Ukina.[4] Invece, in Tokyo Ghoul:re, è Eto stessa a dire a Kaneki che Ukina si avvicinò a Kuzen con l'intento di investigare su V.[7] Quando V scoprì la loro relazione, obbligò Yoshimura a uccidere Ukina come punizione per averli traditi. Per proteggere Eto da V, Kuzen affidò sua figlia a un ghoul di nome Noroi. Eto ereditò il diario di sua madre, dove erano contenute importanti informazioni riguardo a V. Eto crebbe nella Circoscrizione 24, famosa per la sua violenza e già a 14 anni aveva sviluppato un kakuja completo.

A 14 anni, Eto iniziò a fronteggiare la CCG.

Durante un’operazione di “scova la talpa”, una squadra guidata da Itsuki Marude incontrò Eto nelle profondità della Circoscrizione 24. All’Associata alla Classe Speciale Kasuka Mado, essendo la migliore del gruppo, fu ordinato di rimanere indietro per permettere al resto del gruppo, di cui faceva parte anche suo marito Kureo Mado, di fuggire. In seguito, i resti di Kasuka vennero ritrovati sparsi sul luogo dello scontro e Mado giurò vendetta.

Un giorno, Eto uccise un investigatore di Classe Speciale che lavorava per la Terza Circoscrizione. Le fu assegnato il soprannome X e un rating di livello S.

Un mese dopo, Eto guidò un attacco alla sezione locale della CCG della Circoscrizione 2, causando molte vittime. Il suo rating aumentò al livello SS e iniziarono a chiamarla “Gufo” a causa della forma del suo kagune, simile al piumaggio del rapace. Quando si scoprì che aveva solo un kakugan, il suo soprannome divenne il Gufo con il Sekigan. Si ipotizzò che fosse un tipo Ukaku con un numero di kakuhou tra i sei e gli otto.

Eto e altri ghoul attaccarono Cochlea nella Circoscrizione 23. Da quel momento il rating del Gufo venne fissato a livello SSS, il più pericoloso.[8]

Durante uno dei numerosi attacchi, la squadra S3, guidata dall’Investigatore Speciale Urie, padre di Kuki Urie, incontrò il Gufo. Urie ordinò la ritirata ai suoi uomini, affrontando da solo il Gufo per permettere agli altri di scappare. Iwao Kuroiwa e gli altri sopravvissuti riportarono la notizia al piccolo Kuki.

Più avanti, durante un nuovo attacco alla Circoscrizione 2 da parte del Gufo e i suoi sottoposti, l’investigatore di Prima Classe Kuroiwa, che al tempo aveva 29 anni, riuscì a tagliare un braccio[2] al Gufo e a procurargli ferite mortali. Kuroiwa stesso però rimase ferito e venne rimosso dal team.

Eto e Arima si confrontano

Eto e Arima da adolescenti mentre si parlano.

Durante uno scontro, viene battuta e gravemente ferita da Kishou Arima. In quell'occasione, Eto rivela il suo odio per il mondo, criticando lo stato in cui si trova e aggiungendo che il ghoul che riuscirà a sconfiggere Arima diventerà la speranza della sua specie. Rivela ad Arima che il suo piano è ricostruire il mondo, mentre lui sorride. Si alleano per trovare e istruire qualcuno con le competenze necessarie per assumere il titolo di Re da un occhio solo (o Re con il Sekigan). Più di dieci anni dopo, il titolo viene ereditato da Ken Kaneki.[9]

Poco tempo dopo questa pesante sconfitta, Eto cerca di diventare un’autrice e porta il suo manoscritto a Shunji Shiono. All’inizio il suo libro viene rigettato ed Eto pensa che se fosse riuscita a far pubblicare il libro avrebbe guadagnato facilmente e che gli editori non sanno riconoscere i nuovi talenti. Ruba un portafogli e raggiunge altri ghoul. Mentre i ghoul la ammirano per la sua forza e per essere riuscita a trovare tanti soldi, Eto pensa che deve diventare più forte e riunire più ghoul, altrimenti non riuscirà mai a sconfiggere la CCG. Conclude pensando a sua mamma mentre legge il suo diario e le promette che non fuggirà come ha fatto suo padre.

Qualche giorno dopo Eto ritorna alla casa editrice per riprendere il manoscritto che aveva lasciato a Shiono. L’editore stesso, precedentemente rimproverato bruscamente da un superiore per aver buttato al vento una barca di soldi (riferendosi al libro di Eto) ritrova la ragazzina. Le chiede perché non abbia lasciato un contatto sul manoscritto, al che Eto risponde che non ce l’ha perché viene da un orfanotrofio e non voleva che l’istituto lo sapesse. Quindi Shiono le consegna un cellulare e inizia la loro collaborazione. Shiono si presenta così come fa Eto, che si presenta come Eto Yoshimura. In parallelo alla carriera di scrittrice, Eto porta avanti i suoi piani.

Eto diviene una  scrittrice con lo pseudonimo di Sen Takatsuki. Il primo libro di Takatsuki è “Caro Kafka”, che riscuote subito un grande successo. Pubblica altre sette opere prima di pubblicare “L’Uovo della Capra Nera”, il libro che Ken Kaneki e Rize Kamishiro leggono all’inizio di Tokyo Ghoul.

A 16 anni, due anni dopo il suo debutto come scrittrice, Eto passa davanti all’Anteiku e vede un sorridente Yoshimura che parla con Koma e Irimi, mentre decide che il caffè migliore è quello che prepara Yomo. Eto lancia uno sguardo assassino al padre, getta a terra un libro e se ne va. 

Una sera Shiono passa a casa di Eto, che si è addormentata sulla tastiera del computer. L’uomo scopre accidentalmente dei resti umani nel frigorifero di Eto, che a quel punto si è svegliata e lo coglie in flagrante. Anche se Shiono ha scoperto il segreto di Eto, lei lo lascia vivere e i due continuano a lavorare assieme per molti anni.

Arco di Aogiri Modifica

Eto ha partecipato alla riunione in cui Kaneki è portato dinanzi a Tatara. Alla fine della riunione, Tatara ha lasciato a Noro il compito di occuparsi del nascondiglio. Aveva previsto che le colombe sarebbero arrivate presto, così ha ordinato a Noro di seguire il piano.

Eto, Tatara e altri membri della "squadra principale" di Aogiri attaccano Cochlea, permettendo a diversi ghoul di fuggire. La battaglia nella Circoscrizione 11 era solo un diversivo.[10]

Assalto al laboratorio di Kanou Modifica

Eto, insieme ad altri di Aogiri, tra cui Naki e Ayato, aspettano mentre Tatara interroga Taguchi, l'assistente del dottor Kanou, per scoprire dove si nasconde il dottore. Parla brevemente con Naki riguardo la morte di Yamori, suggerendo che Tatara avrebbe dovuto uccidere Kaneki quando ne aveva avuto l'occasione. Una volta che il gruppo viene in possesso delle informazioni necessarie, si unisce a Tatara per discutere e di agire prima che le colombe arrivino.[11]

Insieme ad altri di Aogiri, si infiltra nel laboratorio di Kanou. Qui incontra Kuro e Shiro e comincia a parlare del passato delle gemelle. Dimostrando un'incredibile velocità, si sposta nella stanza facendo ricordare alle sorelle che Kanou le sta usando e che le uniche persone che tenevano davvero a loro, vale a dire i loro genitori, ormai sono morti e Kanou non potrà rimpiazzarli. Le dure parole di Eto, parte di una precisa strategia psicologica attuata per sopraffarle e farle dubitare di loro stesse, hanno effetto. Dopodiché, Eto appare dietro a Banjou e gli strappa diverse costole.[12]

Più tardi, si unisce con Kanou nella sua sala comandi, e osserva lo scontro tra Koutarou Amon e Kaneki. Esprime interesse per Amon, prima di lasciare l'edificio insieme a Kanou.[13]

Assalto all'Anteiku Modifica

Dopo la battaglia presso il laboratorio del dottor Kanou, fa la sua prima apparizione come Sen Takatsuki ad un evento per la promozione di una sua opera. Arriva in ritardo all'evento e si scusa con il raduno di fan per aver dormito troppo.[14] Mentre il suo editore Shunji Shiono protesta, lei ignora le regole dell'evento, fa delle foto con i fan e chiacchiera allegramente dei libri con loro.

EtoKanekiHina

Takatsuki incontra Kaneki e Hinami

Kaneki e Hinami Fueguchi partecipano all'evento, ed immediatamente catturano il suo interesse. Lei è contenta che Kaneki noti così tanti dettagli nascosti nei suoi romanzi, mentre si interessa subito a Hinami. Dopo che se ne vanno, Hide arriva all'evento e parla brevemente con l'autrice. Lei allude al suo interesse di scrivere un romanzo sui Ghoul.[5] Hide le chiede di firmare un autografo per "Ken Kaneki".

Qualche tempo dopo, osserva Hinami che beve un caffè con Shuu Tsukiyama e aspetta fin quando la ragazza è sola, prima di avvicinarsi a lei. Fa notare alla ragazzina che Hinami ha l'abitudine di stringere le mani quando nasconde qualcosa e offre alla ragazza dei consigli, spiegandole senza giri di parole perché non è in grado di aiutare Kaneki. Takatsuki sostiene di aver attraversato momenti difficili in passato e dà il suo biglietto da visita a Hinami.

Più tardi quel giorno, fa visita alla CCG sostenendo di avere informazioni.[1] Amon la incontra, risponde alle sue domande sugli scanner per le analisi delle Rc, che lei passa attraverso senza problemi. (In Tokyo Ghoul:re si scoprirà che può passare perché è imparentata con un ghoul di V, Yoshimura e, come tutti i ghoul di V, gli scanner lo riconoscono come alleato e gli allarmi non si azionano). Una volta seduti, lei comincia a interpellarlo su fatti personali, come il pranzo e cosa gli piaccia mangiare. Amon è inizialmente frustrato dal suo comportamento poco professionale, ma una volta che lei inizia a cooperare gli rivela di una cospirazione che coinvolge CCG e dell'esistenza di una società commerciale chiamata Sphinx. Rivela che l'azienda ha venduto alla CCG una grande quantità di liquido fatto da ghoul sciolti, e che il sotterraneo poi utilizzato dal dottor Kanou era di proprietà della CCG, non della Sphinx. Inoltre, rivela che il Presidente della Sphinx, Nanao Yasuhisa fu assassinato da un Ghoul. Dopo aver dato queste informazioni, Amon risponde brevemente alle sue domande, poi se ne va.[15]

Appare nuovamente nella battaglia della ventesima circoscrizione, facendo un'imboscata al team inviato per uccidere Yoshimura, nella sua forma Kakuja completa. Esausti dalla battaglia precedente contro suo padre, Iwao Kuroiwa, Yukinori Shinohara, Kousuke Houji, Koori Ui e Juuzou Suzuya sono rapidamente sopraffatti. Lei tortura e ferisce gravemente Shinohara, tagliandogli una gamba. Taglia la gamba anche a Juuzou Suzuya, dicendogli che ora lui e il suo superiore sono uguali.

Eto unmasked anime

Rivelazione della sua vera identità.

Sono a malapena in grado di tenerla a bada, fino all'arrivo della Squadra 0 guidata da Kishou Arima. Arima combatte contro di lei, infliggendole numerose ferite gravi e costringendola a ritirarsi. Prima di fuggire, ingoia suo padre intero, e con un salto dal tetto fugge. Più tardi lei lo rigurgita incolume ed emerge nuda dalla sua armatura Kakuja. Saluta suo padre con un'espressione psicotica, e si scopre che Sen Takatsuki, Eto e il gufo con il sekigan, sono la stessa persona.[16]

Post - Assalto all'Anteiku Modifica

Si vede intenta a parlare col dottor Kanou e Tatara, suggerendo che dovranno semplicemente sostituire Kaneki, creandone un altro, usando il kakuhou di suo padre e gli investigatori rapiti, che sono più forti delle persone comuni e sono ottimi per condurre esperimenti.

All'indomani della battaglia, Tsuneyoshi Washuu teorizza che il gufo con il sekigan e il re di Aogiri sono la stessa persona. Riafferma che il Gufo deve essere sconfitto ad ogni costo.

Caso Nutcracker Modifica

Eto appare nel nascondiglio di Aogiri, intenta a parlare con Ayato. Lei lo invita ad accettare il ruolo di guardia del corpo per Big Madam, in occasione della prossima Asta, poiché Aogiri guadagna un sacco di soldi lavorando per la signora. Gli dice anche di sbarazzarsi dei "floppy", in caso dovessero presentarsi all'Asta. [17]

Asta Modifica

Durante l'Asta, il dottor Kanou ed Eto osservano tutti gli eventi da una sala di controllo in un luogo nascosto. Kanou è soddisfatto dell'andamento delle cose, e chiede il permesso di rilasciare "Owl". Lei concorda con questa idea e contatta Owl con una radio. Si scopre essere l'ex investigatore Seidou Takizawa, trasformato in un ghoul da Aogiri, che si lamenta di avere fame.

Più tardi, Takizawa scopre che è questo motivo per cui l'hanno inviato là, per combattere contro Sasaki. Parla in modo irrispettoso di Eto, ma sembra divertito dai suoi piani subdoli.

Caso Rosewald Modifica

Eto è vista osservare Haise e la Squadra Quinx mentre combattono contro i membri di Aogiri ingaggiati da Kanae. Mentre battono le Giacche Bianche, lei ride e dice che sono in gamba.

Qualche tempo dopo, Eto si avvicina Kanae mentre si nasconde sotto un cavalcavia, infuriato per la sua sconfitta. Lei lo schernisce con il mistero della sua vera natura, offrendogli una mela che morde davanti a lui. Quando lancia un attacco, lei schiva facilmente e rapidamente lo travolge con il suo massiccio ed anormale kagune. Lei spiega che, mentre la quantità e la qualità delle proprie cellule Rc determina le dimensioni potenziali di un kagune, è la propria intelligenza e immaginazione che ne determina la forma.

Kanae e eto

Eto tormenta Kanae riguardo i suoi sentimenti.

Eto comincia ad esprimersi filosoficamente, chiedendosi se Kanae aveva mai letto il libro di Genesi. Discute la storia di Eva e il frutto della conoscenza, affermando che quello è il suo pezzo preferito del libro. Ritiene che il dire ad un essere umano di non mangiare il frutto è crudele, detto da un dio. Chiede a Kanae delle sue convinzioni religiose, e ciò che immagina come un dio. A suo parere, spiega Eto, Dio è molto probabilmente un bambino con un'incredibile potenza, che spiega i numerosi problemi nel mondo. Fa un esempio di tale problema, vale a dire, la situazione di Kanae. Lei gli dice che se continuerà a soddisfare i problemi del suo padrone, non potrà mai avere ciò che desidera realmente.

Vedendo che le sue parole stanno avendo l'effetto voluto, continua a infierire. Gli spiega che la cosa che desidera realmente è veder Sasaki soffrire, e che le sue azioni non sono mai state per il bene del suo amato padrone. Spietatamente, insegna a Kanae su come i suoi sentimenti di lealtà erano soltanto possessione e gelosia, e gli ricorda che Tsukiyama non l'ha mai guardato. Gli dice che lui non deve nulla a un qualcuno che non ricambierà mai il suo amore, e suggerisce che dovrebbe distruggerlo. Quando Kanae si arrende, continua a torturarlo psicologicamente.

Eto tortura Kanae

Eto tortura Kanae.

Successivamente, si scopre che Eto tiene Kanae prigioniero, torturandolo spietatamente. Gli dice che se vuole essere apprezzato, deve portare via ciò che più conta per Shuu Tsukiyama, mentre lei gli da uno dei suoi kagune separabili.

Operazione sterminio della Famiglia Tsukiyama Modifica

Successivamente si vede che guarda in direzione dell'Edificio Lunatic Eclipse con Noro, indicandolo come se stesse dando il via all'operazione.

Mentre Sasaki si avvicina a Kanae, che ha perso i sensi, Eto si fionda sull'edificio e osserva. Poi distrugge l'elicottero di Matsuri Washuu e attacca Sasaki.

Poco dopo si vede Eto che scansa con successo l'attacco di Sasaki, colpendolo. Eto lo prende in giro, dicendo che Arima avrebbe scansato il suo attacco senza nessuno sforzo. Lei ordina a Kanae di continuare ad attaccare Sasaki, dato che non ha molto tempo e osserva deliziata mentre Kanae picchia Sasaki.

Tgre eto

Eto rivela la sua identità sul tetto dell' L.E.

Quando Sasaki amputa il braccio a Kanae, lei lo afferra ed è divertita dalla svolta degli eventi, realizzando che Sasaki ha riacquistato i suoi ricordi. Lei continua ad osservare il modo in cui Haise prende il sopravvento e impedisce a Kanae di rispondere ai suoi colpi. Dopo che Sasaki soggioga Kanae, lei riattiva il suo kakuja e guarda mentre Sasaki trafigge Tsukiyama al petto con il suo kagune. Lei lo chiama "freddo" per tutto quello spargimento di sangue appena dopo il suo "risveglio", e gli chiede se lui è più forte di Arima. Sasaki risponde che è lei quella fredda, le augura di crepare ed iniziano a combattere.

Eto spara suoi proiettili a Sasaki, che li evita con successo. Chiede a Eto perché mai si trova qui, al che lei risponde che sta passando il tempo guardando la situazione tra Kaneki, Kanae e Tsukiyama ed è curiosa di sapere chi sarebbe stato ucciso fra loro tre. Sasaki le dice che suo padre gli aveva chiesto di salvarla, lei ride e inizia a prendere in giro Sasaki. Tuttavia, Sasaki taglia via la sua testa kakuja, ma manca il suo corpo nascosto. Lei lo chiama "moccioso", e Sasaki la schernisce dicendo che spazzatura come lei non merita d'essere salvata.[18]

Eto e Kaneki

Eto e Kaneki

Lei riforma il suo kakuja, che ricresce come un mostro grottesco con più bocche e arti. Lei comincia ad attaccarlo, e guida il suo avversario al lato dell'edificio. Eto insegue Sasaki attraverso l'altro lato. Quando Sasaki si arrampica indietro, fino al tetto, Eto continua a dargli la caccia. Quando Haise si ferma, lei riesce a colpirlo. Tuttavia, Sasaki infilza la testa kakuja col suo kagune, colpendola con forza sufficiente per staccare la metà inferiore del suo corpo. Gravemente ferita, lecca il viso di Sasaki e gli dice che si è affezionata a lui, visto che sono uguali. Quando la sua metà superiore cade dall'edificio, lei ride follemente, dichiarando il suo amore per lui.[19]

Più tardi sembra avere completamente rigenerato il suo corpo, e viene mostrata immersa nell'acqua della vasca da bagno, mentre si chiede allegramente se Sasaki abbia già rigenerato il braccio e se gli sia piaciuto il suo "regalo".[20]

Dopo l'Operazione di Sterminio degli Tsukiyama Modifica

Eto ricorda che aveva quattordici anni quando era stata coinvolta in uno scontro con Kuroiwa. Pensa agli anni passati con Aogiri da quando l'ha creato e all'identità di "Takatsuki", assunta tredici anni prima. Inoltre, afferma che sta diventando vecchia. Raduna i membri dell'Albero di Aogiri e annuncia un grande cambiamento per loro, nonostante il fatto che il numero dei loro componenti è stato ridotto a causa dei recenti attacchi della CCG.

Eto parla ad Aogiri

Eto parla ad Aogiri

Rivela sia la sua identità ghoul come il "Gufo con il Sekigan" e quella umana di Sen Takatsuki. Informa i subordinati sui suoi tentativi di combattere il CCG e la sua sconfitta 13 anni fa, che l'ha indotta a creare l'Albero di Aogiri. Nonostante l'organizzazione sia piena di individui forti, dice loro che l'obiettivo di vivere liberamente nel mondo umano è ancora lontano. Elabora ulteriormente, affermando che anche se è vero che il loro nemico è il CCG, dice che il suo vero scopo è quello di sradicare "le sue radici corrotte" e che vuole distruggere, usando l'analogia di Kanou, la distorta "gabbia per uccelli" in cui sono intrappolati, per poter bilanciare nuovamente gli equilibri del mondo. Eto li informa che il CCG è stato fondato a causa della comparsa di un potentissimo "Ghoul con il sekigan", che era visto come un presagio di grandi cambiamenti. Poi, rivela che, nonostante il suo ruolo come fondatrice di Aogiri, lei, il gufo con il sekigan, in realtà non è il Re.[2] Eto appare poco dopo al fianco di Sasaki all'interno della stanza degli interrogatori in cui è custodito Shunji Shiono. Si complimenta con Sasaki per aver sviluppato dei buoni occhi e si scusa con Shiono per averlo messo in difficoltà. Dopo la confessione riguardo la vera identità di Eto, Shiono le si inginocchia davanti e si scusa profusamente. Quando Sasaki la dichiara in arresto, lei gli dice che se crede di aver vinto, lui dovrebbe prima chiudere la bocca. Poi dice a Shiono di non provare rancore verso di lui e lo ringrazia per fatto di lei un'autrice di successo.[21]

Eto sul giornale

Eto appare in prima pagina su tutti i giornali.

Dopo l'arresto, Eto è sotto la vigilanza di Sasaki. Nonostante la sua situazione, riesce a convincere il CCG e il suo team a farle rilasciare una conferenza stampa finale per l'ultimo lavoro di Sen Takatsuki. Per questo evento, si taglia i capelli, cosa che la fa somigliare di più a sua madre ghoul e dedica il libro ai suoi compagni della medesima specie. La confessione viene trasmessa in tutta Tokyo.[22] Sasaki accompagna Eto in una struttura della CCG e le spiega cosa succederà da lì in poi. Prima verrà portata al Corniculum, e una volta confermata la sua identità di ghoul, verrà trasferita a Cochlea. Sasaki dice che ha letto il suo libro, e lei ne è riconoscente. Le chiede che cosa voleva ottenere con la pubblicazione del libro, ma Eto afferma che ha già comunicato il suo lo scopo: Re Byleig è un'offerta al re, e un simbolo di speranza per i ghoul. Spiega ulteriormente. La corporazione di umani in cui parla nel libro è basata sul Clan Washuu, infatti lei crede che stiano lavorando con i Ghoul, quindi intende diffondere sfiducia sulla famiglia. L'ispirazione è dovuta al diario che teneva sua madre, dove erano contenute molte informazioni su V. Lo stesso diario grazie al quale capì il motivo per cui Ukina si avvicinò a Kuzen: il padre era un membro di V, e la madre una giornalista impegnata nella raccolta di informazioni su V. Lei, infatti, si ritiene un semplice extra di quella relazione. Tuttavia Sasaki non le crede, così lei gli dà un'informazione a cui dovrà credere per forza.[7]

Eto dice a Sasaki che probabilmente gli sarà capitato di passare attraverso lo scanner per le analisi Rc senza far scattare l'allarme. Il ragazzo si ricorda di quando, prima di unirsi alla CCG, era stato costretto ad attraversare lo scanner, senza che suonasse l'allarme,[23] e già ai tempi, lo aveva trovato strano. Lei gli spiega che è dovuto al fatto che gli scanner sono programmati per escludere schemi diversi: quelli dei quinque, per permettere agli investigatori di muoversi con le loro armi tranquillamente e, cosa più importante, i Ghoul di V e, per estensione, quelli che hanno gli stessi kagune dei ghoul di V. Gli scanner non rilevano Eto, dato che è la figlia di Kuzen , e non rilevano Ken Kaneki, perché ha il kakuhou di Rize, fuggita da V.[7]

Eto viene rinchiusa in cella. Furuta viene a visitarla allegramente, commentando che i capelli corti le stanno bene. Lei gli ordina di rimanere in silenzio, chiamandolo "Dannato Clown di Kanou".[24] Furuta è divertito dalle conoscenze a tutto tondo di Eto e ostenta le proprie su Aogiri. Eto sa benissimo cosa fa Kanou, sa bene cosa ha fatto Furuta nel corso degli anni per Kanou, come la raccolta di campioni per gli esperimenti della ghoulificazione, l'avvertire Aogiri della posizione del corpo di un Quinx, e il far cadere delle travi sopra le persone. Tuttavia, Eto non capisce come tutto ciò sia collegato a V. Furuta, ridendo dice la storia delle sbarre d'acciaio era una faccenda personale che non racconterà.

Furuta devia poi la conversazione verso gli obiettivi di Eto, confuso sul perché lei non sia rimasta a Rushima, ma Eto sostiene che non ha più nulla da fare, ha già fatto ciò che doveva.

Furuta trova il suo atteggiamento attraente e inizia a flirtare, esprimendo il suo desiderio di dominarla, finché Eto non esprime la sua curiosità per quello che vuole davvero da lei. Nimura vuol venire a conoscenza dell'identità del Re con il sekigan, ed è disposto a fare un compromesso: se Eto gli rivela la sua identità, lui le permetterà di stare nella cella "VIP" di Cochlea sino alla sua morte.[25]

Furuta parla dei suoi predecessori, di come abbiano imparato da tempo a controllare le masse, divergendo il loro sguardo lontano dal vero nemico, il che dà a loro la libertà di fare ciò che vogliono. Tuttavia, il Re del Sekigan ed Eto sono nemici irregolari e hanno reso le cose difficili. Eto è sollevata quando capisce che Furuta e V non hanno capito praticamente nulla sul Re e Furuta le dice che si è impegnato tanto per scoprirlo. Per esempio, si è unito al Ristorante dei Ghoul ed è diventato un Pierrot. Tuttavia, i suoi sforzi si sono rivelati inutili, in quanto nessuno aveva informazioni riguardo al Re, ed alcuni credono addirittura che il Re sia semplicemente una figura simbolica per i ghoul.

Il re è nelle vostre pance

"Il Re è nella vostra pancia"

Eto nega tutto ciò, dice che il Re esiste, ed è "nella vostra pancia". Furuta ribadisce che l'equilibrio che c'è ora è l'ideale e che il desiderio di rivoluzione di Eto non porterà altro che lacrime e sangue, ma Eto non concorda, facendogli notare che in questo momento i ghoul non ci guadagnano niente da quel cosiddetto equilibrio.

Vedendo che Eto non fornisce le informazioni di cui ha bisogno, Furuta termina la conversazione, fa per andarsene e sorride alla prospettiva della sua esecuzione, e la festa che farà quando succederà. Eto si rivolge a lui chiamandolo "Washuu" e lo schernisce per non poter rivolgersi a suo padre come tale. Arrabbiato, Furuta le augura ripetutamente di morire, cosa che la fa solo divertire ulteriormente.[25]

Si scopre che Eto aveva chiesto ad Haise di mettere un registratore nella stanza, che recupera dopo che Furuta va via. Mentre Sasaki ascolta la registrazione, Eto lo avverte che il suo "ultimo lavoro" sarà più difficile di quanto pensa. Sasaki le chiede se sa che cosa sta per fare, al che Eto risponde di sì, visto che essere una scrittrice significa fare attenzione ai dettagli. Se Sasaki esaudisce il suo ultimo desiderio, lei dice che lo aiuterà, ma Sasaki replica che non ha piani dopo il suo "ultimo lavoro" e non è interessato al suo aiuto. Una parte di Eto è un po' esasperata dall'atteggiamento di Sasaki, ma esprime comunque il suo desiderio: vuole che Sasaki uccida il Re.[25]

Terzo assalto a CochleaModifica

Il giorno dell'inizio dell'operazione su Rushima, Eto viene trasportata a Cochlea.[26] Furuta viene a farle visita per l'ultima volta nella sua cella, con il pretesto di portarle da mangiare. Furuta la informa del fatto che Shiono ha fatto del suo meglio per garantire la pubblicazione del suo libro, nonostante i tentativi della CCG per impedirlo. Ciò induce Eto a chiedere se è Shiono è morto, cosa che Furuta conferma, rivelando che l'ha trasformato in patê, che consegna a Eto. Eto lo ringrazia per il pasto, quando gli allarmi nella Cochlea iniziano a suonare. Quando Furuta si alza per tornare al lavoro, rivela che sapeva che Eto stava registrando la conversazione, ma ha mantenuto tali informazioni per sé, per motivi personali. Poi lascia Eto con il suo pasto.

Durante lo scontro fra Arima e Kaneki, Eto è ancora imprigionata nella sua cella, e nota che Kaneki sta facendo del suo meglio contro l'investigatore. Sembra che abbia la bocca sporca di cibo.[27]

Eto distrugge le presse

Eto distrugge le presse

Quando la pressa viene azionata, Eto compare improvvisamente e attacca Furuta e i membri di V, distruggendo completamente le macchine e alcuni dei membri dell'organizzazione. Afferma che la morte di Shiono non sarà vana e che il prossimo a morire sarà Furuta.[28] Furuta viene inseguito da Eto nella sua forma kakuja, che uccide senza sforzo il resto dei membri dell'organizzazione. Eto si prende gioco di lui mentre l'investigatore cerca comicamente di farla ragionare. Quando Eto poi mette Furuta con le spalle al muro, Furuta attivo il suo kagune, dilaniando parte della forma Kakuja di Eto e rivela di essere un Ghoul con il sekigan nell'occhio destro.[29]

Dopo una battaglia feroce vinta da Furuta, Eto, sconfitta e ferita, chiede all'avversario se il suo kagune sia quello di Rize. Furuta conferma, aggiungendo che è felice di essersi sottoposto all'operazione di Kanou per diventare un ghoul. Poi chiede a Furuta quali siano i suoi veri obiettivi, dato che non sembra essere leale né a V, né agli Washuu e lui le risponde che vuole la "super pace", per poi allontanarsi, lasciando Eto confusa.[30]

All’arrivo di Kaneki e la Squadra 0, saluta il ragazzo, dicendo che sta per morire e che ha aiutato il gruppo dell’Anteiku a fuggire, ma che ha dovuto combattere contro “un clown con il sorrisetto”. Kaneki le dice che è stata avventata, al che lei ribatte che solo le persone temerarie mantengono le promesse. Mentre chiude pacificamente gli occhi, aggiunge che non c’è più bisogno di onorare la sua richiesta, in quanto ha già ucciso il Re da un occhio solo. Ora sta a lui scegliere se sedersi sul trono che Eto e il Re - Arima - hanno preparato per lui.[9]

Relazioni Modifica

Yoshimura Modifica

Essendo stata separata da suo padre quando era ancora in fasce, Eto non ha un legame molto stretto con lui. Prova un odio profondo verso di lui per essere scappato. Lo vede solo come uno strumento per raggiungere i suoi obiettivi, e, come tale, non ha esitato ad usarlo come soggetto per gli esperimenti.

Ukina Modifica

Dato che Ukina morì poco dopo la sua nascita, Eto la conosce solo attraverso il diario che teneva. Eto vuole molto bene a sua madre, dicendole che lei non scapperà come ha fatto il padre. Questo sembra essere il motivo dietro molte delle sue azioni, proprio come Ukina voleva smascherare le azioni di V. Tuttavia, Eto è dubbiosa anche sulla positività del rapporto con la madre, dato che si ritiene un extra della relazione instaurata con Kuzen per avvicinarsi a V.

Tatara Modifica

Tatara è uno dei membri di Aogiri più vicini a lei, ed era quasi sempre visto in sua presenza. I due stavano spesso insieme, sia per discutere di Aogiri o per questioni più banali. Anche se sembrano conoscersi bene, il loro tipo di relazione non è molto chiaro. Tuttavia Tatara, rimasto a comando delle truppe di Aogiri su Rushima, spera di rivederla.

Noro Modifica

Eto è stata affidata a Noro, allora conosciuto come Noroi, quando era una bambina e Noroi sembra prenderla subito in simpatia. Non si sa molto cosa sia successo a Noroi nel corso degli anni. Come Noro, è suo diretto subalterno e spesso visto al suo fianco. Dagli omake, si nota che hanno una relazione positiva. Nel suo ultimo momento, dice addio ad Eto, affermando che la rivedrà "dall'altra parte".

Hinami Fueguchi Modifica

Le due, inizialmente, si incontrano ad un evento per l'incontro con i fan, e sono subito interessate l'una all'altra. Come Sen Takatsuki, più tardi Eto si avvicina ad Hinami in un coffee shop, e iniziano a conversare. Lei si rivolge ad Hinami con gentilezza, ma anche molto sinceramente. Così facendo, si guadagna la fiducia della ragazza, comportandosi come una specie di sorella maggiore. Eto le da il suo biglietto da visita, promettendole di offrirle aiuto ogni volta che ne avrà bisogno. Due anni più tardi, Hinami è diventata un membro di Aogiri perché Eto l'ha convinta a unirsi a loro, facendo leva sulle sue insicurezze, in particolare la perdita di sua madre e di Kaneki. Tuttavia, è ancora sconosciuto come si sia evoluto il loro rapporto da quel momento in poi, dato che Hinami non parla di lei con aperto disprezzo, nonostante tutto quello che ha passato da quando si è unita ad Aogiri.

Ken Kaneki Modifica

La loro relazione è complicata, in seguito alle tante identità che Eto ha assunto. Nella sua identità umana come Sen Takatsuki, lei è uno dei suoi autori preferiti e un qualcuno da ammirare. Lei è soddisfatta della sua capacità di capire i significati nascosti dei suoi libri, e si godono di una breve discussione sulle sue opere. Il loro incontro tira su Kaneki di morale, mentre lei sostiene di aver trovato qualcosa di promettente in lui.

Kaneki è uno delle poche persone che sono a conoscenza delle sue origini, avendolo saputo da Yoshimura. Data la sua parentela con il capo dell'Anteiku, a volte è esitante nei suoi confronti, anche se la considera un nemico mortale da schiacciare. Eto sembra considerarlo interessante dopo aver assistito alla sua mutazione in Kakuja Incompleto. Lei lo chiama "Uovo di Kakuja", e mentre Ken cerca di distruggere Aogiri, lei sembra avere dei piani per lui.

In :re, Eto rivela che i suoi sentimenti per Kaneki sono profondi e complicati. Afferma che si è affezionata a Kaneki e crede che siano simili, facendo riferimento alla loro personalità e alla loro natura di mezzi ghoul. Eto ha dichiarato che lo "ama", seppur nella sua visione contorta dell'amore. Dopo la sua cattura, Eto ha un rapporto strano ma cordiale con Kaneki. Lei gli fornisce informazioni cruciali per quanto riguarda V, sul suo passato e sugli incidenti che sono accaduti. Confida a Kaneki il suo desiderio, vuole infatti che lui uccida il Re, anche se Kaneki afferma di non capire cosa dice.

Viene rivelato che Arima ed Eto hanno fatto crescere Kaneki nella speranza che diventasse forte abbastanza per uccidere Arima, il precedente Re, e assumere il ruolo del nuovo Re da un occhio solo, in modo da diventare la speranza dei ghoul.

Kishou Arima Modifica

Durante l'operazione di Soppressione del Gufo e l'Assalto all'Anteiku, Arima è stato in grado di tenere testa ad Eto nella sua forma Kakuja. Eto era desiderosa di combattere contro di lui quando è arrivato con la sua squadra, ma è costretta a ritirarsi. Lei lo descrive come una persona spietata che non si tira indietro.

Viene rivelato che Arima ed Eto, dopo essersi conosciuti da adolescenti, hanno lavorato insieme in segreto per trovare e crescere un ghoul forte abbastanza da uccidere Arima per diventare il nuovo Re e la speranza dei ghoul.

Koutarou Amon Modifica

Eto è affascinata da lui, e si interessa a lui dopo aver assistito alla sua battaglia contro Kaneki. Lei sembra sapere un po' sul suo passato. Nella sua identità umana, va al quartier generale della CCG, dove lo incontra con la scusa che di voler riportare delle informazioni e volerne raccogliere a sua volta per il suo nuovo libro. Lì, lei divulga alcune informazioni su Sphinx e dei rapporti che l'azienda aveva con la CCG. Queste informazioni iniziano a far dubitare Amon della trasparenza delle azioni della CCG.

Akihiro Kanou Modifica

Come co-cospiratori, i due sembrano essere in buoni rapporti. Il medico è cordiale con lei, e lei a sua volta sembra essere interessata a questo umano particolarmente insolito.

Seidou Takizawa Modifica

L'ex investigatore ha ereditato alcuni modi di fare di Eto, ma la natura del loro rapporto rimane poco chiara. Lei gli parla con un tono amichevole. Comunque, Seidou si mostra infastidito dal suo comportamento subdolo, come per esempio, l'avergli ordinato di combattere contro Haise.

Shunji Shiono Modifica

Era l'editore di Sen Takatsuki. Shiono la accompagna alle sessioni di autografi con i fan e tenta di tenerla a bada quando lei si dimostra troppo espansiva con i fan. La sua natura energica ed eccentrica lo rendeno ansioso, soprattutto quando gli fa richieste irragionevoli. Eto gli è grata per averla aiutata a diventare un'autrice di successo, e decide di risparmiarlo dopo aver accidentalmente scoperto la sua natura di ghoul. Quando alla fine confessa alla CCG che sapeva della vera natura di Eto, lei si congratula con lui per aver resistito così tanto tempo, e si scusa per tutti i problemi che gli ha causato.

A modo suo, sembra essere toccata dalla morte dell'uomo.

Nimura Furuta Modifica

Eto e Furuta hanno una relazione molto ostile. Le loro conversazioni, anche se mascherate con sorrisi e convenevoli, celano pesanti insulti ed entrambi hanno un forte desiderio di vedere l'altro morto. Non esitano ad usare ogni mezzo per ottenere ciò che vogliono dall'altro. Inoltre, Eto sembra conoscere bene Furuta, per esempio è a conoscenza del ruolo che ha avuto nell'aiutare Kanou, la verità sull'incidente di Rize e la sua parentela con i Washuu.

Poteri e Abilità Modifica

Eto è il Ghoul più potente visto finora, essendo un Ghoul di livello SSS già a Quattordici anni. È un abile Manipolatrice, conosce bene la Psiche delle persone e infatti è abile nell'infliggere torture psicologiche in grado di distruggere psicologicamente le persone, obbligandole ad accettare le sue idee grazie alla sua capacità d'espressione e alle torture. Possiede un'incredibile agilità e velocità, superando la maggior parte dei Ghoul, è in grado di avvicinarsi all'avversario quasi istantaneamente e di ferirlo prima che si renda conto dell'accaduto. Tra le altre capacità, possiede anche un'incredibile capacità rigenerativa, essendo in grado di sopravvivere a gravi ferite, come l'essere tagliata in due. Eto è molto più forte della maggior parte dei Ghoul, come è evidente dai numerosi attacchi nel corso degli anni alle sedi della CCG e al numero di investigatori che ha ucciso sotto l'alias del Gufo. Riesce a soggiogare facilmente una squadra di investigatori di classe speciale prima dell'arrivo di Arima, mentre Yoshimura ha avuto difficoltà a difendersi dagli attacchi simultanei degli investigatori. Lei è il più forte e più pericoloso Ghoul fino ad oggi, con dai sei agli otto Kakuhou, che aiutano a espandere la forza del suo kagune. Finora, solo Arima e Kaneki sono stati in grado di superarla o eguagliarla ferendola gravemente in combattimento.

  • Kagune Ukaku: il kagune di Eto assume la forma di due lame sopra le scapole e sei-otto kakuhou formati sulla schiena a forma di spince, che possono sparare proiettili, come quelli di suo padre. Grazie al numero elevato di kakuhou, le abilità del suo kagune sono diversificate. Combinati con la sua conoscenza sui Kagune e la sua creatività, le abilità di Eto con il suo kagune sono molto più avanzate della maggior parte di Ghoul conosciuti finora. Dopo il salto temporale, viene vista un'altra forma del suo kagune, che assume le sembianze di un mostro grottesco che ricorda un albero. Sulle appendici crescono occhi e bocche. Il suo Kagune sembra essere un'estensione del suo subcoscio, le sue bocche per esempio, pronunciano spesso frasi insensate, possibilmente i pensieri che ha in quel determinato momento. Come Nutcracker, il suo Kagune è anche separabile dal resto del corpo, ed è capace di intrappolare i suoi avversari con relativa facilità. Sembra sia in grado di "impiantare" il suo kagune in altri e alterarne significativamente la loro fisiologia, come ha fatto con Kanae (e probabilmente con Noro).
  • Kakuja: A causa della bassa concentrazione di esseri umani (Infatti sembra che nel Rapporto Ghoul e Umani il numero di Ghoul fosse Maggiore) nella 24°Circoscrizione, Eto ha praticato il cannibalismo sin da piccola, e ha rapidamente sviluppato un Kakuja. Dieci anni prima di Tokyo Ghoul, il Kakuja di Eto era formato da due lame di grande lunghezza che partivano dalle spalle, per contrastare la debolezza che hanno molti tipi Ukaku nei combattimenti ravvicinati. La prima maschera Kakuja di Eto era formata da un foro all'altezza dell'occhio destro, e tre linee a zigzag in corrispondenza del sinistro, con due linee al posto della bocca inclinate verso il basso. È molto simile a quella di suo padre. Nella sua forma attuale di Kakuja completo, Eto assume l'aspetto di una creatura gigantesca e mostruosa. Il Kagune Ukaku cresce in grandi lame sporgenti dalla schiena, quattro dalle spalle, e i suoi arti ricordano gli artigli di un gufo. Infine, la sua maschera ha quattro corna, con un unico occhio al centro e tre marcature da entrambi i lati. In questa forma, è quasi inarrestabile. Mentre il suo Kagune Ukaku è utile per combattere a medio e lungo raggio, il suo Kakuja è utile nei combattimenti ravvicinati. Il Kagune Ukaku è in grado di sparare proiettili abbastanza grandi da sopraffare gli investigatori Speciali del CCG. I suoi proiettili di RC Cristallizzate e i suoi colpi corpo a corpo usando solo la forza bruta sono in grado di abbattere anche le Arata Proto, indossate da Yukinori Shinohara e Iwao Kuroiwa. A differenza della maggior parte dei Kakuja, rimane lucida durante gli scontri. Finora, Kishou Arima e Ken Kaneki sono stati gli unici investigatori in grado di infliggere danni significativi a Eto in questa forma. Dopo il salto temporale, il suo Kakuja sembra essere ancora più grande, infatti sembra che la lingua da sola sia più grande della forma "umana" di Eto. È in grado di cambiare la forma del Kagune, creando arti aggiuntivi, bocche e occhi.

Aspetto nel MangaModifica

Aspetto nell'AnimeModifica

Opere Modifica

  • L'opera di debutto di Takatsuki è intitolata "Caro Kafka".[31]È stato rilasciata quando Takatsuki era ancora un'adolescente ed è un best seller da 500 000 copie.[15]
  • "Arcobaleno Monocromo" è una raccolta di racconti brevi. Tra gli altri, la raccolta contiene "Diario d'Estate", "Ressentiments" e "Pioggerella nella notte autunnale" (Sayoshigure).[32]
  • Il suo settimo lavoro è intitolato "L'uovo della Capra Nera". I protagonisti di quest'opera sono una spietata assassina seriale chiamata "la Capra Nera", e il suo unico figlio.[33] Quest'ultimo, pur provando ripugnanza per la natura anomala della madre, si rende conto in breve tempo che in lui stesso sta nascendo un atteggiamento brutale. È un'opera in cui il minuzioso ritratto psicologico è unito a espressioni di spietata crudeltà.[31] Dopo il trapianto di organi, Ken Kaneki paragona se stesso al protagonista della storia.
  • Il suo ottavo lavoro viene chiamato "Il MacGuffin dell'Impiccato". Ambientato nel braccio della morte di una prigione, è una collezione di storie raccontate personalmente da detenuti condannati a morte. Si tratta di trovare il movente dei crimini. Viene letto da Kaneki dopo aver ferito accidentalmente Banjou.[14]
  • Una delle sue prime opere si chiama "Sale e Oppio". Tra i personaggi compare l'Investigatore Kunizaki, che è lo zio del direttore di prigione Oota Kimio, che compare ne "L'Impiccato di MacGuffin[5]
  • La decima e ultima opera di Takatsuki è "Re Bileyg" (王のビレイグ, Ō no Bireigu). Presenta un ghoul con il sekigan come il protagonista eroico e nobile. "Senza Nome" conduce i suoi compagni come un re, in una ribellione contro il mondo che opprime i ghoul. I suoi nemici sono gli umani che fanno parte di un'organizzazione anti ghoul, chiaramente ispirata dalla CCG e dal Clan Washuu. Si scopre poi la corruzione di quest'organizzazione e la collaborazione con i ghoul per controllare il mondo.[7] La storia ha creato molto scalpore perché, alla presentazione del libro, Takatsuki ha ammesso di essere un ghoul e alla luce di questa rivelazione, la storia assume tutto un altro significato. La commissione anti ghoul ha cercato di interrompere la pubblicazione del romanzo, senza successo.

Curiosità Modifica

  • È l'unico Ghoul sekigan naturale, concepito da un ghoul uomo e un'umana.
  • Eto può oltrepassare gli scanner della CCG grazie al fatto che suo padre era un ghoul di V e che lei ha ereditato il suo stesso identico kagune.
  • I suoi libri come "L'Uovo della Capra Nera" e "Il MacGuffin dell'Impiccato" contengono temi dark che riflettono la vita di un ghoul.
  • È ambidestra, ma scrive con la mano sinistra.[5]
  • Ha sviluppato una sorta di interesse per il potere di Kaneki quando divenne un kakuja incompleto, e si riferisce a lui come "Uovo del Kakuja".
  • Si nota che ha consumato cibo umano per tre volte:
    • Durante l'incontro con Hinami, tiene un daifuku in bocca, senza evidente segno disagio.[1]
    • Quando si scontra con Kanae von Rosewald, Eto morde una mela.
    • In un'illustrazione di Ishida, Eto è sola nel suo appartamento con un pacchetto di spuntini aperto. Non è chiaro se è semplicemente molto brava a fingere di mangiare, o se la sua natura unica le permetta di consumare cibo umano.
  • Leggendo le opere di Takatsuki, Haise pensa che abbia ceduto alla disperazione e non abbia più speranze per un futuro migliore. Forse è per questo che vuole distruggere tutto
  • Nelle Carte da Gioco di Tokyo Ghoul, è la Regina dei Fiori.
  • Nel Calendario 2016 appare in numerose pagine, tra cui per esempio quella del 3 giugno, per ricordare l'anniversario della morte di Franz Kafka, e nella pagina di Halloween, il 31 ottobre, in versione strega che cavalca una scopa. Ci sono anche Takizawa in versione mummia, Kaneki in versione zombie e Amon in versione demone.

Citazioni Modifica

  • "Mio caro ormai perduto, i tuoi genitori hanno sbagliato ad educarti" ~ Tratto da L'Uovo della Capra Nera.[34]
  • "Il bambino che ha perso la strada di casa, ha dimenticato anche il fatto di tornare indietro. E così, vanno ancora una volta per la morte". ~ Tratto da Caro Kafka.
  • A Kurona e Nashiro: "Il modo migliore per essere amati da qualcuno è non notare le ferite passate di una persona, ma nasconderle delicatamente."[12]
  • A Kanou: "Va bene, basterà solo rimpiazzare Kaneki, no?".[35]
  • A Kanae: "In cambio della tua vita, diventerò il tuo Dio."[36]
  • A Kanae: "Io condividerò un osso con te. Non preoccuparti, verrai amato questa volta, vedrai."[37]
  • Ad Haise: "Tu adori prendere colpi, vero?"[38]
  • A Kaneki: "Ken Kaneki, tu sei una persona buona, non è vero? Così dolce."[18]
  • A Kaneki: "Hai cominciato a piacermi davvero tanto! Siamo uguali noi due!"[19]
  • A Kaneki: "Ti amo, Ken Kaneki."[19]
  • A Kaneki: "Diventerai mio figlio."[19]
  • A Kaneki: "Il tuo piccolo braccio sarebbe dovuto riscrescere a questo punto. Mi chiedo se ti sia piaciuto il mio regalo... mio caro Ka-ne-ki.♡"[20]
  • Ai membri di Aogiri: "Cari signori, il re da un solo occhio... non sono io."[2]
  • Alla conferenza stampa: "Io sono un ghoul. L'ultimo lavoro che ho scritto è solo e soltanto per i miei fratelli e le mie sorelle compagni d'armi. Miserabili creature nate in questo mondo crudele, continuamente assetati di carne fresca e di sangue." [22]
  • A Kaneki: "Ti dirò comunque il mio desiderio, non si sa mai: uccidi il re con il sekigan."[25]
  • A Hinami: "Tu non stai facendo nulla. È colpa tua se le persone che per te sono importanti, ti vengono portate via. È colpa tua se sei debole."[39]

Note Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.