FANDOM


Chie Hori

Hori manga

Hori novel

Hori chie

Dati biografici
Nome Chie Hori
Nome Giapponese 掘 チエ (ほり ちえ)
Romaji Hori Chie
Alias Little Mouse (子ネズミ)
Specie Umana
Stato Viva
Età 16 (Tokyo Ghoul: Hibi)

24 (Tokyo Ghoul:re)
25 (dopo il cap. 32)

Genere Femmina
Data di nascita 25 febbraio[1]
Altezza 130 cm[2]
Affiliazioni Famiglia Tsukiyama - alleata
Gruppo di Kaneki - Informatrice (precedentemente)
Debutto manga Capitolo 86 (menzionata)
Capitolo 1 di :re
Debutto anime Tokyo Ghoul: Pinto (OVA)
Debutto novel Tokyo Ghoul: Hibi
Seiyuu Megumi Han
Galleria Immagini

"Anche se non sembra, sono terrorizzata dalla morte. E' difficile credere che si scomparirà per sempre, no? Quindi, almeno voglio che succeda quando penserò 'va bene, adesso posso anche morire', per questo voglio riempire la mia vita di momenti divertenti."

— Chie Hori, Tokyo Ghoul:re Capitolo 37

Chie Hori (掘 チエ, Hori Chie) è una fotografa umana e una informatrice. È amica di lunga data di Shuu Tsukiyama. Conosce la sua natura di ghoul, ma non ha paura di lui e non ha motivo di denunciarlo. Era l'informatrice del Gruppo di Kaneki.

In Tokyo Ghoul:re, Hori cerca i membri della Squadra Quinx per vendergli delle informazioni riguardanti Torso. Questo perché è interessata al loro leader, Sasaki.

Aspetto fisico Modifica

Chie è piuttosto bassa, ha lineamenti infantili ed è sempre scambiata per una bambina anche se ha 24 anni. Sembra non sia invecchiata da quando aveva 16 anni. Ha i capelli e gli occhi color castano . È inseparabile dalla sua macchina fotografica.

Aspetto nel MangaModifica

Aspetto nell'AnimeModifica

Personalità Modifica

Chie ha una personalità davvero unica e si capisce sin dal suo primo incontro con Tsukiyama, quando, incuriosita, lo segue e scopre che è un ghoul, non è per niente impaurita. Al contrario, riesce a farsi offrire da mangiare in una pasticceria e diventa amica di Tsukiyama, che inizia a chiamarla "Little Mouse". E' molto curiosa e se una cosa stuzzica il suo interesse, è in grado di fare di tutto. A meno che non sia lei stessa interessata a qualche umano, non le interessa se Tsukiyama lo uccide. Yoshimura avverte Tsukiyama di stare attento a Chie, visto che è difficile capire le sue vere intenzioni.

StoriaModifica

Tokyo Ghoul: Hibi: FotografiaModifica

Chie novel

Chie mostra la foto che ha scattato.

Chie viene presentata mentre scatta una foto a Shuu Tsukiyama che si nutre di una vittima. Riesce a scappare ma Tsukiyama la mette con le spalle al muro. Invece di avere paura, mostra a Tsukiyama le foto che ha fatto e gli rivela che frequentano la stessa scuola superiore. Lei gli chiede di portarla a mangiare qualcosa. Anche se Tsukiyama cerca di capire quali siano le sue intenzioni, tentando di raggirarla, Chie perde subito interesse e gli dice che non pubblicherà le foto.

Nei giorni seguenti, Tsukiyama cerca informazioni su di lei. Scopre che è stata ammessa nella loro prestigiosa scuola grazie a una borsa di studio e perché era la più vicina a casa. Tuttavia non è molto interessata allo studio e preferisce cercare soggetti interessanti da fotografare. A volte i suoi scatti sono banali, ma altre volte sono dei capolavori che non possono essere risultati del caso. Dopo che ottiene lo scatto che voleva di Tsukiyama, non gli presta più attenzione, ma Tsukiyama la convince ad accompagnarla nell'ospedale dell'università, finanziato dalla sua famiglia, perché crede che ci possa essere qualcosa di interessante per Chie.

All'ospedale, Tsukiyama la presenta a un'infermiera e al suo anziano paziente, che spesso la palpa e la molesta, ma non viene denunciato perché non si ricorda delle sue azioni ed è uno dei finanziatori dell'ospedale. Chie fa una foto dell'anziano che da una pacca sul sedere dell'infermiera. Prima di andarsene, Tsukiyama la invita a tornare a mezzanotte per lo "spettacolo della cena". Anche se sospettosa, Chie accetta l'invito e ritorna la sera. Si nasconde nei bagni, indossa il pigiama e finge di essere una paziente. Quando termina l'orario di visita, si unisce ai pazienti che tornano nelle loro stanze e torna nell'ala d'ospedale visitata in precedenza. S'intrufola nella camera dell'anziano paziente, notando che è una stanza privata enorme e piena di regali costosi. Quando arriva l'infermiera, si nasconde sotto il letto.

Nascondendosi, sente che l'infermiera sta picchiando e insultando il paziente, che rimane addormentato. Tsukiyama arriva rompendo la finestra e rimprovera per non avergli aperto la finestra come gli aveva chiesto. Chie esce allo scoperto e osserva la scena mentre Tsukiyama rivela la sua identità di ghoul alla terrorizzata infermiera. Inizia a strappare la pelle del paziente mentre dorme, spiegando che la pelle di un uomo anziano è un piatto raro. Alla fine l'anziano paziente si sveglia e supplica l'infermiera di salvarlo. Mentre l'infermiera, terrorizzata, lo allontana prendendolo a calci, Chie fotografa senza fare una piega.

Chie scatta una foto mentre Tsukiyama minaccia di ucciderla

Chie scatta una foto mentre Tsukiyama minaccia di ucciderla.

Divertito dall'indifferenza di Chie, la afferra per la maglietta e la tiene sospesa fuori dalla finestra dell'ottavo piano, minacciando di lasciarla cadere. Invece di supplicare di non ucciderla, Chie scatta con tutta calma un'altra fotografia di Tsukiyama. Qusta concentrazione affascina molto Tsukiyama, che la ripone nella stanza e le dice che è un animaletto divertente. Chie dice di non essere un animaletto, ma lui la ignora. Chie gli spiega che immaginava che lui avrebbe provato a ucciderla, per questo aveva preparato in coda sul suo blog (quello dove pubblica e vende le sue foto), un post dove smascherava la sua identità se non l'avesse cancellato in tempo. Shuu e Chie escono dalla finestra, lasciando il vecchio ferito e l'infermiera nella stanza.

Qualche settimana dopo, Chie e Tsukiyama si incontrano in un café e parlano degli eventi di quella notte. Lei gli fa vedere il computer dove è pubblicato un articolo secondo il quale l'infermiera ha riportato l'attacco di un ghoul sconosciuto che ha attaccato lei e ucciso il suo paziente. In questo modo, lei è diventata un'eroina di quella tragedia ed è riuscita ad attirare l'attenzione del dottore di cui era innamorata. Chie gli dice che è tornata a trovare l'infermiera, che le ha rivelato di essere grata a Tsukiyama per questa fortuna. Guardando di nuovo la foto, Chie nota come l'infermiera guardava il paziente come se fosse un insetto da calpestare. Tsukiyama è divertito e affascinato dalla crudeltà degli umani e mentre sorride, Chie gli scatta un'altra foto.

La storia è stata adattata nell'OVA Tokyo Ghoul: Pinto.

Assalto al Laboratorio di KanouModifica

Anche se non appare fisicamente, Chie viene menzionata come un'informatrice del gruppo e Kaneki pensa che sia una persona molto affidabile e in gamba, in quanto è riuscita ad ottenere la lista dei prigionieri di Cochlea liberati dall'Albero di Aogiri. Itori dice sarebbe stato possibile ottenere quest'informazione solo hackerando il database del Comando Anti Ghoul.[3]

Più tardi, mentre Tsukiyama racconta la storia di Nanao Yasuhisa e della sua famiglia, dice che è stata Chie a informarlo.[4]

Caso TorsoModifica

Appare brevemente nel primo capitolo insieme a Kanae, notando che sta parlando di nuovo con una rosa.

Shirazu e Urie parlano con Hori

Shirazu e Urie parlano con Hori.

Più tardi si avvicina a Kuki Urie e Ginshi Shirazu, per vendergli alcune informazioni su Torso. Sono sospettosi e la minacciano di portarla in centrale per un interrogatorio. Per nulla preoccupata, Chie li avverte che in tal caso gli fornirà lo stretto indispensabile per essere rilasciata e non collaborerà ulteriormente.

Si offre invece di vendergli delle fotografie per o un milione di Yen o uno degli effetti personali di Haise Sasaki, dicendo che è un regalo per rallegrare il suo "modello" e farlo tornare ad essere interessante. Urie accetta l'accordo, ma chiede le fotografia del territorio di caccia prima di andarsene. Chie gliele consegna, dicendo che avranno il resto quando gli porteranno ciò che ha chiesto.[5]

Chie riceve i boxer di Sasaki

Chie riceve i boxer di Sasaki.

Qualche giorno dopo, incontra nuovamente Urie e Shirazu per concludere l'affare. Le consegnano un paio di boxer di Sasaki e lei gli consegna le polariod che lei pensa Torso abbia scattato prima di uccidere le vittime. Chie illustra le differenze del tra le due marche di macchine fotografiche istantanee e fa notare che la marca "Immortal" ha come caratteristica il fatto che i colori vanno svanendo. Chie scatta una foto ai ragazzi con due macchine fotografiche diverse, dimostrando che Torso ha usato la marca Immortal. Dato che è una marca straniera, i rullini vanno ordinati in un negozio specializzato. Spiega loro che il sospetto deve abitare vicino alle scene del crimine e che di recente ha fatto un grosso ordine di pellicole, aggiungendo di avere un potenziale sospetto.

Dopodiché consegna i boxer a Kanae in modo che li porti a Tsukiyama. Kanae dice che non hanno sortito effetto e si lamenta con Chie per averle portato qualcosa di così volgare. Chie capisce che probabilmente Kanae le sta nascondendo qualcosa, facendola arrabbiare al punto che minaccia di ucciderla. Impassibile, Chie dice che probabilmente a Tsukiyama non piacerebbe l'idea, dato che lui la considera il suo "animaletto"; se e quando verrà il momento, probabilmente vorrà ammazzarla lui stesso. Chie ripensa al passato con Tsukiyama, viene vista su un tetto mentre fa una foto alla città, sperando che Tsukiyama si riprenda presto e che le mostri altre cose interessanti.[6]

Caso RosewaldModifica

Quando la CCG inizia a investigare sulle "Rose", Hori fa visita alla villa degli Tsukiyama e avverte Kanae. Visto che la CCG si sta avvicinando, Chie gli suggerisce che probabilmente la famiglia potrebbe essere annientata prima o poi e che forse sarebbe meglio abbandonare la famiglia per proteggerli. Kanae è oltraggiata e risponde che se non rimane con Shuu allora è tutto inutile.[7] Chie compara la situazione di Kanae a quella di Shuu, infatti, a meno che non abbiano una persona specifica (Shuu per Kanae e Kaneki per Shuu) non potranno mai essere felici. Chie chiede a Kanae se sarebbe in grado di abbandonare la Famiglia Tsukiyama per il bene di Shuu, cosa che tormenterà molto Kanae in seguito.

Chie consegna le foto a Kanae

Chie consegna le foto a Kanae.

Dopo aver riflettuto e ascoltato Matsumae, Kanae torna da Hori, accettando alla fine il suo aiuto. Hori le consegna delle buste contenenti delle fotografie di Sasaki e le dice in che ordine dovrà consegnarle a Shuu.[8]

Dopo che Shuu si riprende e spiega a Kanae del suo piano per far tornare i ricordi a Kaneki in modo da aiutarlo a liberare Yuuma, un loro dipendente catturato dal CCG, Kanae chiama Chie per aggiornarla sulla situazione e lei le dice che può consegnare la seconda busta di foto a Tsukiyama. Poi Chie aggancia di tutta fretta.[9] Si scopre poi che Chie è in fuga dal CCG perché ha a che fare con dei ghoul. È accusata di aver scattato fotografie, di aver hackerato i loro server e di aver aiutato i ghoul nella caccia agli umani. Il CCG la considera come un'alleata dei ghoul e quindi una nemica.

Operazione di Sterminio della Famiglia TsukiyamaModifica

Chie arriva insieme a Touka Kirishima, Yomo e Mirumo Tsukiyama per salvare Shuu. Spiega che, non sapendo a chi altri rivolgersi, ha chiesto aiuto ai conoscenti di Tsukiyama del :re. Lungo la strada verso l'Edificio Lunatic Eclipse, hanno trovato Mirumo, che si era liberato dagli investigatori per andare ad aiutare il figlio dopo aver scoperto che il piano di farlo scappare in elicottero era fallito. Dato che Shuu era intrappolato sul tetto, Chie all'inizio pensa che Tsukiyama abbia rischiato il tutto per tutto lanciandosi da lì, ma Tsukiyama spiega che è stato Kaneki a scaraventarlo dal tetto e che è vivo solo grazie al sacrificio di Kanae. Chie nota che, se avesse voluto, Kaneki avrebbe potuto ucciderlo facilmente, invece ha deciso di scaraventarlo dal tetto.[10]

RelazioniModifica

Shuu TsukiyamaModifica

Come si evince dalla prima novel Tokyo Ghoul: Hibi, lei e Tsukiyama si conoscono sin da quando frequentano le superiori presso l'Istituto Seinan Gakuin, che comprende le superiori e l'università. Anche se era molto ammirato per la sua intelligenza e bellezza, Tsukiyama non aveva amici e Hori fu la sua prima vera amica, che ha scoperto la sua identità di ghoul e lo ha fotografato mentre cacciava.

Il fatto chee considerano interessati a vicenda e hanno entrambi un ambiguo senso della morale, li rende un duo strano ma che funziona, anche perché Chie non ha paura del fatto che sia un ghoul. Non si fa raggirare dal ghoul e, nella prima novel, arriva a minacciarlo di rivelare la sua identità tramite un post messo in coda sul suo blog, in caso lui l'avesse uccisa. Tsukiyama non la trova interessante come preda, in quanto è minuta e senza alcun segno o aroma particolare, ma ammira il fatto che sia furba, senza paura e subdola. Non sapendo come classificare la loro relazione, deduce deve essere simile a quella tra un padrone e il suo "animaletto da compagnia". Inizia a chiamarla "Little Mouse".

Negli anni sono rimasti in contatto e come si rileva dalla seconda novel Tokyo Ghoul: Kuuhaku, si fida abbastanza di lei per parlarle delle sue ossessioni e di Kaneki in particolare, anche se lei spesso si diverte a prenderlo in giro. Tsukiyama la presenta a Kaneki e lei diventa una sua alleata. Tramite un'ingegnosa trovata per salvare una ragazza a cui Chie era interessata come soggetto fotografico, fa in modo che Kaneki si rivolga a lei solo tramite Tsukiyama. In questo modo, Chie fa in modo che Kaneki abbia bisogno di Tsukiyama per contattare lei, persona importante per la raccolta d'informazioni e allo stesso tempo, fa in modo che Tsukiyama sia in debito con lei, in modo che lui sia costretto ad ascoltare le sue richieste.

In :re, Chie cerca di aiuta Tsukiyama a riprendersi dalla depressione. Spera che Shuu possa diventare nuovamente interessante. Shuu sa che per fare tutto questo Chie rischia di diventare un bersaglio del comitato anti ghoul, cosa che effettivamente diviene, per questo Tsukiyama gli è molto grato. In :re smette di considerarla un animaletto e la considera la sua "piccola amica". Lo aiuta a riprendersi e

Kanae von RosewaldModifica

Chie chiama Kanae con l'onorifico giapponese "-kun". Anche se sia Chie che Kanae conoscono Shuu da molto tempo e siano vicine a lui, non vanno molto d'accordo. Kanae guarda Chie dall'alto in basso la ragazza umana e spesso la insulta dicendo che è un "ratto", o altri insulti in tedesco. Kanae sembra essere molto gelosa di Chie e della sua relazione con Shuu. Anche se Chie ha cercato di aiutare Shuu durante il periodo di depressione, Kanae non le è riconoscente e minaccia anche di ucciderla. Chie non si fa ingannare da Kanae, capisce le sue intenzioni e questo tende a irritare Kanae ancora di più.

Più avanti, dato che le condizioni fisiche e psicologiche di Shuu continuano a peggiorare, per disperazione, Kanae arriva a chiedere consiglio a Chie e alla fine accetta di collaborare con lei per il bene di Shuu. Riconosce che è intelligente e che è un'amica leale per Shuu.

Ken KanekiModifica

Nel manga non interagiscono direttamente, ma Hori è l'informatrice del Gruppo di Kaneki e Kaneki la ritiene una persona affidabile e competente.

Nella seconda novel Tokyo Ghoul: Kuuhaku, Hori a un certo punto, si mette d'accordo con Kaneki in modo che, se ha bisogno di lei, Kaneki debba chiamarla solo tramite Tsukiyama. Chie conosce bene l'ossessione si Shuu nei confronti di Kaneki e ne approfitta per fare in modo che Tsukiyama sia in debito con lei.

Kuki Urie e Ginshi ShirazuModifica

Entra in contatto con loro offrendo assistenza sul caso Torso. Urie è sospettoso, mentre Shirazu la prende subito in simpatia. Chie non è per nulla impressionata dai loro tentativi d'intimidirla e riesce a convincerli facilmente ad accettare le sue condizioni.

TorsoModifica

Chie sembra informata sul suo conto, tanto da poter vendere informazioni importanti a Urie e Shirazu. Riesce a scoprire quali sono le scene del crimine e ipotizza un possibile sospetto, anche se non è chiaro quanto effettivamente sapesse.

CuriositàModifica

  • In Tokyo Ghoul: Hibi, Chie viene associata da Tsukiyama al numero 0, cioè alla carta dei tarocchi Il Matto
  • Nelle Carte da Gioco di Tokyo Ghoul è il Sei di Quadri.
  • In Tokyo Ghoul: zakki e in un tweet (EN), Ishida rivela che Tsukiyama, in origine, era il protagonista di un'altra storia, che aveva scritto prima di debuttare con Tokyo Ghoul. La sua compagna d’avventure, così come in Tokyo Ghoul, era sempre Chie Hori.
  • Nel Calendario 2016 appare nella pagina del suo compleanno e il 18 novembre, dove viene presentato il suo character design.

NoteModifica

  1. Compleanno di Chie Hori nel Calendario Giornaliero 2016 di Tokyo Ghoul
  2. Character design di Chie Hori nella pagina del 18 novembre del Calendario Giornaliero 2016 di Tokyo Ghoul
  3. Tokyo Ghoul Capitolo 86
  4. Tokyo Ghoul Capitolo 95
  5. Tokyo Ghoul:re Capitolo 3
  6. Tokyo Ghoul:re Capitolo 12
  7. Tokyo Ghoul:re Capitolo 34
  8. Tokyo Ghoul:re Capitolo 37
  9. Tokyo Ghoul:re Capitolo 39
  10. Tokyo Ghoul:re Capitolo 58


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.