FANDOM


Ayato Kirishima

Ayato post auction.png

Ayato post aogiri.png

Ayato manga.png

Ayato anime.png

Dati biografici
Nome Ayato Kirishima
Nome Giapponese 霧嶋 絢都 (きりしま あやと)
Romaji Kirishima Ayato
Alias Black Rabbit (Tokyo Ghoul)
Rabbit (:re)
Specie Ghoul
Stato Vivo
Età 14-15 (Tokyo Ghoul)

17-18 (Tokyo Ghoul:re)
18-19 (Dopo il capitolo 59 di :re)

Genere Maschio
Data di nascita 4 Luglio[1]
Altezza 175 cm[1] (Tokyo Ghoul)
Peso 70 kg[1] (Tokyo Ghoul)
Misura del piede 25 cm[1]
Gruppo sanguigno O[1]
Affiliazioni Albero di Aogiri(precedenteme)

re
Capra Nera

Parenti Touka Kirishima (sorella maggiore)
Arata Kirishima (padre)
Hikari Kirishima (madre)
Renji Yomo (zio)
Tipo Rc Ukaku
Rating SS (:re)
Debutto manga Capitolo 50
Debutto anime Episodio 9
Seiyuu Yūki Kaji
Ayahi Takagaki (da piccolo)
Galleria Immagini

Ayato Kirishima (霧嶋 絢都, Kirishima Ayato) è il fratello minore di Touka Kirishima, conosciuto dalla CCG come Black Rabbit, anche se in :re viene chiamato semplicemente Rabbit. È cresciuto insieme a sua sorella nella Circoscrizione 20, ma qualche tempo prima dell'inizio della trama principale, se ne va . Secondo Kazuichi Banjou, Ayato aveva iniziato a vagare per vari distretti di Tokyo, portando violenza e distruzione, finché la sua forza non è stata notata da Tatara. Ayato è stato di conseguenza reclutato dall'Albero di Aogiri, dove attualmente è uno degli alti esponenti.

Aspetto fisico Modifica

Nella sua prima apparizione, Ayato è un ragazzo dagli occhi blu e dai capelli scompigliati che gli ricadono davanti agli occhi. Somiglia molto alla sorella maggiore e ha un look da ribelle. Indossa un giubbotto di pelle nero, pantaloni neri e anfibi al ginocchio. Ha un piercing all'orecchio sinistro e di solito ha un anello al mignolo della mano destra.

In √A, Ayato indossa una maschera nera e una specie di mantello con il collo di pelliccia.

In :re, crescendo, è diventato più alto, indossa stivali neri e un cappotto lungo nero.

Ayato ha diverse maschere nere: la prima ha le orbite rosse con il disegno di un ghigno che rivela dei denti affilati, che usa durante l'Arco di Aogiri. La seconda è quella che usa per catturare l'attenzione degli investigatori È la maschera dalle fattezze di un coniglio nero, da qui il suo soprannome "Black Rabbit". In Tokyo Ghoul:re, durante l'Asta, indossa una semplice maschera nera che gli copre la bocca e il naso.

Aspetto nel MangaModifica

Aspetto nell'AnimeModifica

Personalità Modifica

In Tokyo Ghoul, è un ragazzino arrogante e brusco, con un atteggiamento caparbio e sanguigno, simile a quello della sorella e solitamente o sfoggia un ghigno di sfida o è imbronciato. È simile a Touka non solo per quanto riguarda l'aspetto fisico, ma hanno entrambi l'abitudine di usare un linguaggio volgare o poco consono. Tende prendere a calci le persone al minimo errore; Kaneki ne è una vittima quando lo chiama con un onorifico diverso da quello che Ayato vuole e a Banjou subisce lo stesso trattamento quando non può rispondere al telefono.

Sembra essere più brusco di sua sorella, ma avverte Kaneki che lui è comunque molto più "gentile" dei suoi superiori di Aogiri. Crede fermamente che "il debole muore e il forte sopravvive" e se ne convince dopo la morte dei suoi genitori.

Ayato cova risentimento nei confronti del padre Arata, per aver abbandonato lui e Touka quando erano piccoli. Ayato stesso ammette che il motivo per cui odia così tanto Kaneki è che gli ricorda suo padre. Kaneki comunque sottolinea che in realtà Ayato tiene ancora a sua sorella, quando per esempio si intromette tra lei e Yamori, evitandole così di diventare una vittima di quest'ultimo. Dopo l'arco di Aogiri, inizia ad agire come "Rabbit", prendendosi la colpa delle azioni di Touka, per far sì che la CCG se la prenda con lui, lasciando perdere la sorella. Come la sorella, sembra che gli piacciano i conigli.

In Tokyo Ghoul:re , è molto più calmo e pacato e non dimostra più i comportamenti tipici da adolescente ribelle che aveva nella prima serie. Non si arrabbia più per niente (come quando Torso non si ricorda bene il suo nome e non sa con che onorifico rivolgersi a lui) ed è in generale più avvicinabile. Mostra di preoccuparsi per i suoi compagni e subordinati, ma rimane comunque un ghoul temibile che non ha problemi a massacrare gli investigatori di ghoul.

Storia Modifica

Passato Modifica

Ayato bambino.png

Ayato e Touka da bambini

Ayato viveva pacificamente con sua sorella Touka, sua madre Hikari e suo padre Arata Kirishima. Quand'era molto piccolo, suo madre, nel tentativo di proteggere la sua famiglia, fu uccisa da Kishou Arima.[3]

Dopo la morte di Hikari, Arata si è preso cura dei figli da solo nella Circoscrizione 20. Arata cercava di vivere in modo quanto più simile agli essere umani, per esempio leggeva per i figli prima di andare a dormire, li portava in biblioteca a studiare, e gli insegnò a mangiare il cibo umano poiché pensava che i ghoul dovessero provare a vivere nella società umana adattandosi di conseguenza. Ayato pensava che fosse un mondo fatto di soli umani e che i ghoul non erano "normali".

Lui e Touka un giorno trovarono un uccellino e iniziarono ad accudirlo. Quando cercano cibo per lui, si scopre che ad Ayato non piacciono i vermi e gli insetti.

Una notte, prima che Arata uscisse alla ricerca di cibo, fece promettere ai figli di prendersi cura l'uno dell'altra.[4] Non vedendo il padre tornare, Ayato presunse che fosse stato catturato dagli investigatori. Satou, la loro vicina di casa che già sospettava di Touka e Ayato, li invitò a casa sua e gli offrì del cibo umano. Quando lo rifiutarono, Satou obbligò Ayato a mangiare, smascherando così le loro identità. Riuscirono a scappare grazie a Touka, che attivò il kagune per la prima volta, uccidendo gli investigatori con cui Satou collaborava.[5]

Liberarono l'uccellino e scapparono. La prospettiva di Ayato sugli umani cambiò immediatamente, arrivando alla conclusione che non sarebbe successo niente del genere se non avessero cercato di vivere come gli umani. I due fratelli vivendo da soli, divennero forti e aggressivi e dopo un po' trovarono l'Anteiku, dove Yoshimura cercò di offrirgli una guida. Erano così forti da suscitare l'interesse anche di Shuu Tsukiyama, contro cui avevano combattuto.

Quando Touka accettò la proposta di Yoshimura di andare a scuole e conobbe Yoriko Kosaka, Ayato, ripensando a cosa era successo ad Arata, le disse che immischiarsi con gli umani era stupido, dato che di loro non ci si può fidare. A un certo punto, Ayato se ne andò di casa e, grazie alle informazioni di Itori, Yomo informò Touka che suo fratello stava creando scompiglio nella Circoscrizione 14.

Arco di Aogiri Modifica

Ayato anteiku.png

Ayato fa irruzione all'Anteiku

Ayato è visto per la prima volta nel nascondiglio di Aogiri della Circoscrizione 11. È innervosito perché ha mandato Kazuichi Banjou in missione per catturare Rize Kamishiro, ma Banjou non risponde al telefono. Visto che Banjou non risponde, Ayato si reca all'Anteiku, dato che tutte le informazioni sulla Circoscrizione 20 passano da lì.[6] Attacca e minaccia Banjou ed improvvisamente si ritrova davanti sua sorella maggiore Touka Kirishima. Touka gli chiede dove diavolo fosse finito e lui risponde che ha fatto esperienza del mondo, dicendole poi di essere una stupida pacifista. Ayato è infastidito e deluso quando scopre che Yamori era già arrivato al locale grazie al fiuto di Nico. Nico fa notare che Kaneki ha addosso l'odore di Rize e dato che gli ordini sono di catturare Rize o chi ha il suo odore, Ayato aiuta nella cattura del ragazzo.

Inizia lo scontro e quando Touka prova ad attaccare di nuovo Yamori, Ayato si mette in mezzo impedendoglielo, colpendola in volto e ricordandole che i loro genitori sono morti perché erano deboli e che anche lei è debole. Dopo averla sconfitta, ordina a Banjou si mettere Kaneki in una sacca per portarlo via e quando Nico chiede se devono prendere anche Touka, lui risponde di no dicendo che sarebbe solo un peso inutile.

Al nascondiglio, Ayato è la prima persona che Kaneki vede quando si sveglia. Ayato ordina a Kaneki di seguirlo ma quando Kaneki si dimostra preoccupato per Touka, Ayato gli sferra un calcio, dicendogli che non gli è permesso parlare, che dovrebbe stare zitto ed eseguire gli ordini. Ayato lo informa che i "superiori" non sono gentili come lui. Scorta Kaneki alla riunione di Aogiri per incontrare Tatara. Dopo averlo attaccato, Tatara dice che Kaneki non gli serve e dice ad Ayato che può fare quello che vuole con lui. Kaneki viene condotto in una stanza con altri ghoul.[7] Una decina di giorni dopo, durante l'attacco del Comando anti ghoul al loro nascondiglio, Ayato è visto combattere, mentre da ordina ai suoi subordinati.[8]

Più tardi, incontra Touka e Nishiki Nishio, che si sono infiltrati nel covo di Aogiri per salvare Kaneki. Sconfigge Nishiki in un colpo solo e chiede alla sorella che cosa ci faccia lì.[9] Dice alla sorella che all'inizio Kaneki era stato affidato a lui, ma che l'ha lasciato a Yamori, dicendo che a questo punto è probabile che sia già morto a causa delle torture del ghoul. Arrabbiata, Touka lo attacca, ma Ayato para il calcio con le mani, la scaglia al piano superiore dell'edificio, ordina ai subordinati di occuparsi di Nishiki mentre lui combatte con Touka.

Ayato strappa il Kagune di touka.png

Ayato strappa il Kagune di Touka

Lo scontro continua sul tetto, Touka tenta inutilmente di far ragionare Ayato, ma dopo essere stata messa al tappeto, Ayato si nutre del kagune della sorella. Ancora una volta, Ayato sottolinea che Touka, proprio come loro padre, è debole e che è il potere a decidere chi è superiore o inferiore. Touka riesce a liberarsi momentaneamente, ma Ayato infierisce e quando Touka sta per perdere i sensi, chiama il padre. Ayato dice che ormai lui non c'è più.[4]

Quando Kaneki arriva a salvare Touka, Ayato inizia a combattere con lui sul tetto, stupito che sia ancora vivo e decidendo che morirà ora. Ayato lo attacca scagliandogli contro una raffica di frammenti di kagune, che Kaneki evita. Si irrita e chiede a Kaneki di fare sul serio. Kaneki risponde che, anche se fa parte di Aogiri, è pur sempre il fratellino di Touka e lei soffrirebbe se Ayato morisse. Kaneki decide quindi che Ayato finirà solo "mezzo morto".[10]

Ayato si irrita e lo scontro continua. Kaneki scaglia Ayato al piano inferiore, pensando che Ayato sia svantaggiato negli incontri ravvicinati. Kaneki agguinge che non dovrebbe mai fare del male a sua sorella e trafigge la coscia di Ayato col kagune. In quel momento Ayato rivela che gli scontri ravvicinati sono la sua specialità, mettendo Kaneki al tappeto. È in quel momento che Kaneki decide di parlare del "segreto" di Ayato.

Kaneki defeating Ayato.png

Kaneki sconfigge Ayato.

Il ragazzo perde la pazienza, dicendo che non ha sopportato Kaneki dal primo istante, dato che gli ricorda così tanto suo padre. Notando che Ayato ha coperto Touka quando ha cercato di attaccare Yamori, Kaneki deduce che per tutto questo tempo Ayato ha in realtà sempre cercato di proteggerla, aggiungendo che se avesse voluto ucciderla, avrebbe potuto farlo prima che Kaneki arrivasse sul tetto.

Ayato nega tutto e Kaneki ricomincia a colpirlo e, indebolito, Ayato è costretto a sopportare tutto mentre Kaneki gli rompe le ossa una ad una mentre le elenca. Gli rompe 103 ossa su 206, lasciandolo effettivamente mezzo morto.


Assalto al Laboratorio del Dr. Kanou Modifica

Kaneki viene informato da Itori che c'è un ghoul con la maschera da coniglio sta uccidendo gli investigatori. "Rabbit" viene visto poi uccidere due investigatori nella Circoscrizione 7.[11]

Amon e Taishi Fura discutono dei guai procurati da "Black Rabbit". Akira chiede a Hide se pensa che "Black Rabbit" sia lo stesso "Rabbit" di alcuni mesi prima. Hide spiega che ci potrebbero esserci due "Rabbit", uno che ha agito esclusivamente per vendicare la ghoul figlia e che dopo quel momento si è calmato, e l'altro che continua a mietere vittime.[12]

Ayato chiede a Eto e Naki dove sia Tatara e gli viene detto che sta interrogando Taguchi per estorcerle informazioni su Kanou. Ayato e Naki iniziano poi a litigare, dato che Ayato prende in giro Naki per la sua scarsa intelligenza.[13]

Post-Assalto all'Anteiku Modifica

Nell'ultimo capitolo di Tokyo Ghoul, Ayato è visto stringere la seconda maschera al petto, quella di Black Rabbit. Questo conferma la sua identità e il fatto che ha fatto in modo che la CCG pensasse fosse Touka per coprirla e proteggerla da altri eventuali guai.

Caso Torso Modifica

Ayato appare brevemente nella scena iniziale della storia dove parla con Hinami.

Caso Nutcracker Modifica

Ritorno ayato.png

Il ritorno di Ayato

In seguito, Ayato appare nella residenza di Torso, dove viene riferito che ha rubato alcuni dati sconosciuti appartenenti alla CCG. Ha anche attaccato e massacrato tutti i subordinati di Shimoguchi, lasciando l'investigatore come unico sopravvissuto, anche se gravemente ferito. Il nome di Ayato viene menzionato in una discussione tra il Akira Mado e Haise Sasaki: in passato ha eliminato molti Investigatori di Ghoul nella Circoscrizione 20 e ha ucciso diversi investigatori Associati alla Classe Speciale della Circoscrizione 7. Akira dice che la presenza e la forza di "Rabbit" è cresciuta esponenzialmente ogni anno e sospetta che sia la stessa persona che ha protetto Hinami e che ha ucciso sua padre, Kureo Mado.

Ayato è poi visto parlare con Torso a casa sua. Dal momento che la sua identità è stata rivelata, Torso chiede ad Ayato il permesso di unirsi All'Albero di Aogiri, in quanto è l'unica opzione che ha, ora che il comando anti ghoul conosce il suo aspetto. Notando che Torso sembra avere paura di lui, Ayato lo avverte mettendolo in guardia dai superiori di Aogiri, molto più brutali di lui. Aggiunge che se dovesse lasciare l'organizzazione, Aogiri lo ucciderebbe, quindi lo invita a riflettere prima di unirsi a loro. Ayato poi chiede se qualcuno con il nome di "Sasaki" abbia a che fare con la Squadra Quinx.

Ayato più tardi ritorna nel covo di Aogiri dove Eto lo informa del messaggio da parte di Tatara, ovvero vorrebbe che Ayato facesse da guardia del corpo a Big Madam e ai suoi durante la prossima asta, visto che pagano bene. Eto lo informa che probabilmente lavorerà con Naki e Miza. In caso dovessero esserci i "floppy", gli ordina di sbarazzarsi di loro. In seguito si avvicina a Hinami e Torso, mentre quest'ultima sta ascoltando contemporaneamente diverse conversazioni tra investigatori di ghoul, cercando di decifrarle grazie al suo straordinario udito. Viene rivelato che la CCG è interessata ai "floppy" che potrebbero essere presenti all'Asta. Ayato informa Hinami che il suo prossimo incarico consiste nel fare la guardia del corpo a Big Madam e le chiede se vuole aiutarlo diventando le sue "orecchie". Hinami accetta.[14]

Asta Modifica

Ayato vs suzuya.png

Ayato contro Suzuya

Mentre le vendite all'Asta si susseguono, Ayato spiega brevemente a Torso con quale criterio viene stabilito il prezzo per gli umani in vendita. È preoccupato quando Hinami lo informa di aver sentito uno strano rumore.

Ayato è sorpreso nel vedere che Tooru Mutsuki è un "ghoul" da un solo Occhio: la vista Mutsuki scatena l'entusiasmo di Torso che vorrebbe poter fare un'offerta e avvicinarsi a Mutsuki. Quando Juuzou Suzuya interviene, Ayato informa rapidamente Naki e Miza, dicendo loro creare un diversivo mentre lui si occupa di proteggere Big Madam; quindi inizia lo scontro con Suzuya.[15]

Durante lo scontro, Ayato perde traccia dell'Investigatore dopo che quest'ultimo inizia a prendere il sopravvento. Hinami poi contatta Ayato dicendogli che la squadra di Naki è in inferiorità numerica. Ayato decide di abbandonare lo scontro con Suzuya per andare ad aiutare Naki, dimostrandosi preoccupato per i suoi compagni. Dopo essere arrivato in aiuto di Naki, lo rimprovera e ricominciano a combattere contro gli investigatori.[16] Ayato dimostra di poter combattere a lungo nonostante sia un tipo Ukaku ed è anche in grado di usare il suo kagune anche in scontri ravvicinati, decapitando due investigatori.[17]

Ayato, Naki, Miza e alcuni dei loro subordinati si ritrovano sul tetto dell'edificio dove si tiene l'Asta mentre il leader delle Giacche Bianche afferma che molti investigatori stanno arrivando all'edificio. Ayato, conoscendo i rischi che corrono con le colombe, afferma che si devono affrettare ad andarsene.

Quando i rinforzi della CCG arrivano all'Asta, l'Albero di Aogiri batte in ritirata, ma Ayato si rifiuta di abbandonare Hinami mentre Naki cerca a fatica di trattenerlo, dicendogli che non hanno alcuna possibilità di battere le colombe e di salvarla. Digrigna i denti per la frustrazione.[18]

Caso Rosewald Modifica

Ad aprile, alcuni mesi dopo l'Asta, nel corso di una riunione con Tatara, Takizawa, Miza e Torso, Ayato propone nuovamente a Tatara di salvare Hinami Fueguchi dalla prigione di Cochlea. Miza concorda con lui, dicendo che un talento come quello di Hinami è raro, ma Tatara respinge la sua richiesta, in quanto la prigione è praticamente inespugnabile da quando è gestita da Shinme Haisaki. Ayato viene poi viene preso in giro da Takizawa, che trova divertente l'idea che i ghoul possano preoccuparsi dei loro simili come gli umani. Ayato, inizia a perdere la pazienza, dicendo che Hinami era venuta a fermare Takizawa, ma Seidou ribatte che era lì per salvare Sasaki. Infuriato, Ayato si prepara ad attaccarlo ma viene fermato da Tatara, che lo rimprovera dicendo che erano stati lui e Hinami a disobbedire agli ordini durante l'Asta. Ayato mette in discussione il modo di operare di Aogiri, chiedendo se ad Aogiri basta semplicemente rimpiazzare i membri dell'organizzazione quando non sono più utili. Tatara risponde di sì e chiede ad Ayato se questo suo atteggiamento derivi dall'influenza di Shachi.

Dopo la riunione, Ayato ripensa a quando ha incontrato Hinami per la prima volta. Era infastidito dal suo continuo piangere, ma quando le dice di smetterla, Hinami semplicemente sorride, notando che il volto arrabbiato di Ayato somiglia molto a quello di sua sorella Touka. Questo fatto la mette un po' più a suo agio.[19]

Dopo lOperazione di Sterminio degli Tsukiyama Modifica

Discussione con Miza.png

Ayato parla con Miza

Ayato è nel covo di Aogiri a Rushima, dove chiede a Miza se ha visto Saeki. Quando lei dice di no, cambiano argomento e iniziano a parlare della riunione annunciata da Eto. Nessuno dei sue sa quale sia il tema della riunione, sanno solo che Eto ha qualcosa di importante da dire. Miza poi chiede di Cochlea, ma la situazione è sempre la stessa, anche se conoscono i turni di guardia, la prigione resta inespugnabile. Ayato informa Miza che Naki è già all'incontro e lei chiede perché mai la cosa dovrebbe interessarle. Ayato nota che è strano che Miza sia stata messa a fare la guardia, quindi immaginava stesse cercando Naki.[20]

Qualche tempo dopo, guarda la conferenza stampa di Sen Takatsuki con gli altri dirigenti dell'Albero di Aogiri.[21]

Terzo Assalto a Cochlea Modifica

Ayato fa visita al leader della Circoscrizione 6, Kazuichi Banjou, mentre quest'ultimo legge l'ultimo libro di Takatsuki, "Bileyg, il re". Il suo arrivo mette subito in guardia Banjou, ma Ayato gli assicura che non è lì per combattere. Ayato gli spiega di avere un piano per salvare Hinami dalla prigione di Cochlea e che gli servono altri uomini. Banjou accetta la sua richiesta, ma solo per il bene di Hinami.[22]

Il giorno dell'operazione, Ayato, Banjou e i suoi sottoposti con l'intenzione di entrare nella prigione attraverso l'apertura sul tetto grazie alla chiave di sicurezza che è riuscito a procurarsi. Mentre stanno per infiltrarsi nel complesso, sono scioccati dal suono dell'allarme proveniente all'interno.[23] Nonostante ciò, procedono come pianificato ed entrano dal tetto. Capendo che c'è qualcuno che sta aprendo le celle, Ayato approfitta del caos: ordina a Banjou e ai suoi membri di tenere a bada le guardie mentre lui scendeva nelle profondità della prigione per salvare Hinami. Tuttavia viene intercettato da Kishou Arima che lo attacca. Schiva i colpi e viene poi salvato dall'aiuto di un ghoul che indossa la maschera antigas 33. Atterrando, si trova faccia a faccia con lo Shinigami.[24]

Ayato evita Narukami.png

Ayato evita i colpi di Narukami.

Ayato inizia ad attaccare, ma l'investigatore evita con facilità i suoi colpi. Mentre Ayato cerca di allontanarsi, viene colpito da uno dei fasci d'energia di Narukami, che gli distrugge la maschera. Viene colto di sorpresa da Arima, che lo colpisce ripetutamente alla gamba. Ayato non può muoversi mentre Arima si prepara a finirlo, ma l'attacco viene bloccato da un ghoul. La maschera antigas 33 attacca e distrae Arima, ma anche se sono in tre contro uno, Arima ha la meglio. Quando le porte di emergenza si aprono, i tre Ghoul fuggono mentre Arima li guarda scappare ai piani inferiori della prigione, mentre ascolta gli ordini dall'altoparlante.

Ayato ripensa al passato, quando Tatara aveva ordinato a Hinami, giunta da poco all'organizzazione, di uccidere un ghoul nemico. Hinami non sa cosa fare. Ayato uccide il ghoul e fa finta di prendersela con Hinami, dicendo che è fastidiosa. Tatara gli dice di non immischiarsi. Poco dopo Hinami ringrazia Ayato, avendo capito che è intervenuto per aiutarla. Ayato dice che Hinami non ha alcun motivo per rimanere ad Aogiri e che se rimaner finirà per sporcarsi le mani prima o poi. Quindi Hinami gli spiega che Takatsuki le ha detto che è solo colpa sua se le persone a cui tiene le vengono portate via. Hinami vorrebbe aiutare i suoi cari, ma dice di essere debole. Ayato invece pensa che Hinami non sia debole.

Touka e Ayato fanno pace.png

Touka e Ayato si rappacificano.

Dopo aver raggiunto una zona sicura, Ayato dice ai due ghoul di aver capito chi sono, vale a dire Touka e Yomo. Touka si toglie la maschera e Ayato chiede loro cosa ci facciano lì. Touka gli spiega che Banjou li ha avvertiti e che vogliono salvare Hinami tanto quanto lui. Touka dice che farà una lavata di capo a Hinami perché quando si perde la rotta, a volte uno schiaffo serve per tornare in sé. Continua dicendo ad Ayato di smetterla di pensare di riuscire a fare tutto da solo, è già cresciuto abbastanza. Lo esorta a fare affidamento sugli altri, a smetterla si preoccuparsi per lei e di pensare a proteggere Hinami. I due fratelli si rappacificano.[25]

Continuando a scendere, incontrano diversi membri della Squadra 0 e sono costretti a ritirarsi. Cercano di entrare nella sala controllo tramite la carta di accesso ottenuta da Ayato per scoprire dov'è Hinami. Tuttavia, il permesso di quella carta è stato negato e le credenziali sono state rimosse. Arima li raggiunge nuovamente e li attacca. Ayato non fa in tempo ad aiutare Yomo, che viene colpito.[26]

Ayato e Touka cercano di attaccare Arima, ma vengono sconfitti in fretta. Quando Kaneki salva Yomo dal successivo colpo di Arima, Kaneki ordina ad Ayato di condurre gli altri attraverso la via di fuga. Mentre Kaneki combatte, il gruppo ritrova Hinami. Ayato si scusa per averci messo così tanto tempo a salvarla e suggerisce di dirigersi verso il compattatore di rifiuti.[27] Dopo aver fermato la macchina con la tessera, il gruppo ritrova Banjou e i suoi. Mentre stanno scappando, Furuta riattiva le macchine, uccidendo molto ghoul.[28] In seguito si scopre che Touka, Ayato, Yomo, Hinami, Banjou e alcuni membri del suo gruppo sono sopravvissuti e, quando appare Eto, intenta a distruggere tutto, Banjou si chiede perché mai lo stia facendo. Ayato non ne ha idea, ma è meglio approfittarne finché possono. [29]

Тouka salva Ayato da Aura e Mougan.png

Touka salva Ayato dall’attacco di Kiyoko e Mougan.

Mentre i ghoul sopravvissuti continuano la fuga da Cochlea, vengono intercettati da Kiyoko Aura e Mougan Tanakamaru. Mougan spara un colpo con il suo quinque Higher Mind/Angel Beat, che viene efficacemente bloccato dal koukaku di Hinami, la quale però è indebolita. Ayato parte all’attacco e Mougan si prende gioco di lui mentre iniziano a combattere. Quando Kiyoko riesce a sopraffare Ayato con il suo quinque, ferendolo gravemente, i due investigatori si preparano a dargli il colpo di grazia, ma Touka interviene a proteggere Ayato con la forza del suo kagune.[30] Ayato poi cade a terra a causa delle ferite letali e rimane immobile.Touka soccorre velocemente suo fratello poi lei chiede aiuto a Banjou e lui attiva il suo kagune per curare Ayato.

Post-Terzo Assalto di Cochlea Modifica

Ayato riesce a sopravvivere nel terzo assalto grazie all'intervento di Kaneki e si era poi unito alla Capra Nera discutendo i futuri piani del gruppo. Ha anche cercato di fermare Naki dall'attaccare Kaneki. Mentre i Pierrot attaccarono il CCG, Ayato discusse accanto a Kaneki, Tsukiyama, Miza e Fuka. Ayato fu allora confuso quando Kaneki ordinò a Shuu Tsukiyama di preparare un gran numero di abiti bianchi.

Assalto al Laboratorio del CCG Modifica

Kaneki assegna poi ad Ayato, insieme a se stesso, Takizawa e Kurona di infiltrarsi nel Laboratorio CCG per soppressori Rc per salvare Akira Mado.

Nelle vicinanze del laboratorio CCG, Ayato guardò il tempo, dicendo a Kaneki di fare in fretta . Alla fine Kaneki si unì a loro e si infiltrò nella struttura travestito da impiegato del CCG. Poi arrivano fuori dal laboratorio con i suppressori di Rc e Ayato ha usato le sue capacità sensoriali per determinare il numero di ricercatori dentro prima che i quattro li trattenessero tutti. Tuttavia, un ricercatore che hanno trascurato ha cercato di scappare, ma è stato fermato da Takizawa. Poi ha premuto un pulsante che ha rilasciato un berserk Koutarou Amon dalla sua camera. Kaneki, sentendo l'impulso di aiutare Amon, comincia a combattere Ayato ha ottenuto i suppressori di Rc e ha detto a Kaneki di andare via poichè hanno già raggiunto il loro obiettivo. Quando Kaneki esitò, Ayato lo afferrò dal colletto, dicendogli che ogni membro della Capra Nera contando tutti su di lui, compreso lui stesso. Ayato chiese poi a Kaneki di fare la sua scelta, affrontando ciò che era importante o buttandoli via per altre questioni. Prima che Kaneki potesse rispondere, Takizawa e Kurona si offrono nel fermare Amon in modalità berserk poi i due decidono di scappare via dal Laboratorio


RelazioniModifica

Touka KirishimaModifica

Touka è la sorella maggiore di Ayato. Quando erano piccoli erano più uniti, specialmente quando si trovarono costretti a vivere da soli dopo la scomparsa dei genitori. Proprio come aveva promesso al padre, Touka si prese cura di Ayato e, anche se giovani, formavano un team temuto. Tuttavia, quando Touka decise di vivere nella società umana, il loro rapporto divenne più conflittuale, in quanto Ayato non voleva avere nulla a che fare con loro.

Dopo che Ayato se ne va, non hanno un legame molto stretto e Ayato tende a fingere di non interessarsi a lei. Qaando si ritrovano la insulta e le dice che è debole proprio come loro padre Arata. Durante lo scontro nella Circoscrizione 11 arriva a strapparle il kagune. Comunque, Kaneki capisce che il suo atteggiamento brusco è in realtà un modo per proteggerla, per esempio, Ayato ha attaccato Touka quando lei stava per colpire Yamori per evitare che il ghoul se la prendesse con lei.

In realtà Ayato tiene molto a sua sorella e cerca di proteggerla quando è nei guai, per questo si unisce all'Albero di Aogiri, per diventare più forte per difenderla. Inizia ad agire anche con l'alias di Rabbit, che apparteneva a Touka, in modo da sviare le indagini del CCG che indaga sulla morte di Kureo Mado per permetterle di vivere in pace.

Si incontrano nuovamente in :re a Cochlea quando Touka salva Ayato da Arima. Touka ha capito quali erano sempre state le intenzioni di Ayato nei suoi confronti e gli dice di smetterla di pensare di riuscire a fare tutto da solo, è già cresciuto abbastanza. Lo esorta a fare affidamento sugli altri, a smetterla si preoccuparsi per lei e di pensare a proteggere Hinami. I due fratelli si rappacificano.

Arata KirishimaModifica

Arata è il padre di Ayato e Touka. In Tokyo Ghoul, Dopo la scomparsa di Arata a opera degli investigatori di ghoul, Ayato inizia a provare rancore per il padre, che ha lasciato lui e Touka soli in un mondo violento, costringendoli a loro volta a diventare giovani ghoul aggressivi. Deride lo stile di vita pacifico adottato dal padre quando parla con Touka. Non sopporta Kaneki proprio perché gli ricorda molto suo padre. Anche se vuole bene ad Arata, allo stesso tempo non sopporta il suo stile di vita gentile, che lo ha condotto a fare una brutta fine. Nonostante tutto, mantiene la promessa che ha fatto ad Arata di proteggere sua sorella.

In √A, quando Shinohara attiva l'armatura Arata creata dal kakuja di suo padre, Ayato si infuria, dimostrando di tenere ancora al padre. Shinohara nota che l'armatura sembra non rispondere bene ai comandi quando combatte contro il giovane ghoul.

Ken KanekiModifica

Ayato è insofferente verso Kaneki, lo considera debole e non lo sopporta perché gli ricorda suo padre Arata. Tuttavia quando Kaneki lo confronta sul vero motivo per cui si è unito ad Aogiri, insinuando che stia facendo tutto questo per proteggere Touka, Ayato si arrabbia e nega tutto, perché Kaneki ha capito tutto.

In √A, dopo che Kaneki si unisce all'Albero di Aogiri, di solito lavorano insieme e, anche se è sempre un po' aggressivo e spazientito, lo considera un alleato.

All'inizio di :re, sembra che Ayato stia cercando qualche informazione sulla nuova identita di Kaneki, chiedendo a Torso se l'ha incontrato durante lo scontro con la Squadra Quinx.

YamoriModifica

Sono entrambi alti esponenti di Aogiri e lavorano insieme. Comunque a Yamori non piace Ayato, ma non lo sfida perché rispetta la sua forza

Kazuichi BanjouModifica

Banjou era un subordinato di Ayato. Ayato era molto severo e inflessibile con Banjou, arrivando a prendersela con lui per ogni errore.

In :re Ayato è decisamente più educato con Banjou. Ayato va a chiedere aiuto a Banjou, ora leadere della Circoscrizione 6, per aiutarlo a salvare Hinami.

Hinami FueguchiModifica

Si conoscono quando Hinami si unisce ad Aogiri dopo il raid all'Anteiku. All'inizio Ayato è infastidito dal fatto che Hinami si trovi spiazzata, ma lei è rincuorata dal fatto che Ayato somigli così tanto a Touka. Ben presto Ayato inizia a dimostrarsi protettivo nei suoi confronti e quando può, cerca di fare il lavoro sporco, come uccidere altre persone, al posto di Hinami.

La considera un'ottima alleata, la tratta con rispetto, vanno d'accordo ed è gentile con lei. Vengono spesso visti assieme durante le missioni per Aogiri. Ayato si preoccupa molto per Hinami, tanto che non vuole abbandonarla durante l'Asta. Dopo la cattura di Hinami, Ayato cerca di convincere Tatara a indire un nuovo attacco a Cochlea, ma dopo il rifiuto, va a chiedere aiuto a Banjou.

TataraModifica

È stato Tatara a reclutare Ayato tra le fila di Aogiri. Ayato è un suo subordinato e accetta i suoi ordini senza esitare.

In :re, crescendo, Ayato sembra mostrare meno rispetto quando capisce che Tatara non si preoccupa per i subordinati di Aogiri e li considera tutti rimpiazzabili. In un omake del volume 2 di :re, Tatara sembra essere un po' infastidito dal fatto che Ayato stia crescendo.

NakiModifica

Sono entrambi membri di Aogiri. Nella prima serie, battibeccavano spesso e Ayato non aveva pazienza con Naki per la sua scarsa intelligenza.

In :re, hanno una relazione più rilassata, sa come gestire Naki, anche se, come mostrato nell'omake del volume 2 di :re, si diverte ancora a prenderlo in giro, approfittando della sua innocenza, cosa di cui un po' si pente. Sembra che siano diventati buoni compagni, tanto che è Naki a fermare Ayato quando, alla fine dell'Asta, vuole andare a salvare Hinami in quella che sarebbe un'impresa suicida. Naki sembra dispiaciuto che non possano effettuare il piano di Ayato per salvare Hinami.

Renji YomoModifica

Yomo è in realtà lo zio materno di Ayato, anche se Renji tiene nascosta la verità a Touka e Ayato in quanto non pensa di poter essere una buona guida.[3]

Nel periodo in cui Touka e Ayato sono stati accolti da Yoshimura prima che Ayato si unisse ad Aogiri, è probabile che abbiano avuto modo di conoscersi, infatti, in :re, Ayato lo riconosce è preoccupato per Yomo quando viene ferito da Arima. Yomo fa il possibile per proteggere i suoi nipoti.

Karao SaekiModifica

Torso viene salvato da Ayato, che lo recluta tra le fila di Aogiri. A differenza di quando era più piccolo, ora Ayato è gentile con il suo subordinato, lo incoraggia a imparare ed è molto più paziente.

Seidou TakizawaModifica

Seidou si prende gioco di Ayato per mostrarsi preoccupato per Hinami. Ayato perde la pazienza e quasi lo attacca, ma viene fermato da Tatara.

RioModifica

Nel videogioco Tokyo Ghoul: Jail, i due si incontrano e combattono. Ad Ayato sta simpatico Rio, tanto che lo invita ad unirsi ad Aogiri, in modo da poter cambiare il mondo insieme.

MizaModifica

Sono entrambi dirigenti di Aogiri, hanno una relazione professionale e amichevole. Miza è dalla parte di Ayato quando lui propone di salvare Hinami.

Poteri e abilitàModifica

Fisiologia Ghoul: ha un kagune Ukaku che è in grado di cristallizzarsi per i combattimenti ravvicinati.

  • Kagune Ukaku: come sua sorella, è un Ukaku e nell'anime è di colore vermiglio. Può creare una o due ali. È agile e può usare dei proiettili, come molti tipi Ukaku.[10] Può usare il kagune come scudo rotante che avvolge il suo corpo.[8] Riesce a usare il suo ukaku per lunghi periodi senza risentirne particolarmente. I combattimenti ravvicinati sono la sua specialità, nonostante generalmente rappresentino il punto debole degli ukaku. In :re il kagune sembra più grande e sembra controllarlo meglio. Può cristallizzare un'ala e usarla come lama durante i combattimenti.
  • Resistenza Sovrumana: Ayato sopravvive dopo essere stato scagliato contro diversi piani di un'edificio e soprattutto dopo che Kaneki gli ha rotto metà delle ossa del suo corpo.[31]
  • Rigenerazione Sovrumana: riesce a riprendersi dalle ferite inferte da Kaneki.

Aspetto nel MangaModifica

Aspetto nell'AnimeModifica

Curiosità Modifica

  • Il nome "Ayato", formato dai kanji 文 (aya) "arte" and 人 (to) "persona", ha diversi significati comuni tra cui: "ambizione", "potere", "progresso", "fiducioso", "irrequieto", "indipendente", "determinato" e "coraggioso".
  • Dal suo profilo in Tokyo Ghoul, si scopre che ad Ayato piacciono i pesci tropicali, i conigli e le risse, mentre odia gli investigatori di Ghoul, gli esseri umani e i deboli..[1]
  • Nella "Icon Talk" n°4 contenuta nel volume 10 della prima serie, Ayato chiede a Shachi come si fa a diventare dei ghoul di livello SS. In :re Ayato è diventato un ghoul di livello SS.
    • Sembra che ad Ayato piaccia la poesia di Shachi sul diventare il migliore nelle arti marziali contenuta negli omake del volume 12.
  • L'haiku di Ayato negli omake del volume 12 della prima serie lascia intendere che il ragazzo sia insicuro per via della sua altezza. Tatara gli risponde che l'altezza non conta (anche se lui è alto 180cm), Nico dice che essere bassi è carino e Shachi ride.
    • Tra gli omake del volume 2 di :re, c'è una striscia dedicata ad Ayato e Tatara. In ogni vignetta, col passare del tempo Ayato cresce sempre di più. Parlando con Eto, Tatara dice che Ayato sta diventando sempre più sfacciato.
  • Nelle Carte da Gioco di Tokyo Ghoul, Ayato è il Due di Fiori.
  • Nel Calendario 2016 appare nel giorno del suo compleanno, il 26 gennaio e il 28 giugno.

NoteModifica

NavigazioneModifica

Capra Nera
Leader Ken Kaneki
Membri Renji YomoTouka KirishimaAyato KirishimaShuu TsukiyamaMiza KusakariTake HirakoFukaNishiki NishioKurona YasuhisaSeidou TakizawaEnji KomaKaya IrimiHinami FueguchiNakiShousei IderaHooguroGiacche BiancheSquadra 0
Associati Tycho JohannesKazuichi BanjouAkira Mado

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale